Un taxi individuale a guida autonoma conquista Ford ai tempi del COVID-19

Un taxi individuale a guida autonoma conquista Ford ai tempi del COVID-19
di

L’emergenza legata al COVID-19, lo sappiamo purtroppo molto bene, ha cambiato molte cose nel mondo contemporaneo. Fra queste vi è anche la mobilità urbana, con la necessità di creare spostamenti sempre più individuali. A questo ha pensato Ford, premiando il concept “muvone”.

Sviluppato da uno studente della Staffordshire University, nel Regno Unito, si tratta di un particolare taxi a guida autonoma in grado di ospitare una persona alla volta. In questo modo ogni cittadino potrebbe viaggiare in modo sicuro ed evitare i sicuri assembramenti dei mezzi pubblici classici. Abbiamo un design minimale all’estremo, superfici lineari e materiali che si possono ripulire facilmente, così che il taxi possa essere disinfettato fra un viaggio e l’altro.

Un’idea che è piaciuta all’ovale blu che l’ha infatti premiata all’interno del New Designers Awards, competizione inglese a cui possono partecipare i giovani studenti laureandi delle scuole di design. Marius Lochner, l’autore del progetto, si è così portato a casa 1.120 euro di premio, oltre a un intero semestre di apprendistato in Ford of Europe accanto ai maestri Ernst Reim e Sonja Vandenberk.

Il premio è stato organizzato anche in collaborazione di Top Gear Magazine, non a caso il caporedattore Charlie Turner faceva parte della giuria. Sarà davvero così, asettica e individuale, la mobilità del prossimo futuro? Difficile prevederlo, nel frattempo - sempre a proposito di ovale blu - abbiamo provato per voi la nuova Ford Puma Hybrid 2020.

Quanto è interessante?
2
FordFordFordFordFord