La tassa sul lusso dei parcheggiatori abusivi: hai il Suv? L'estorsione aumenta

La tassa sul lusso dei parcheggiatori abusivi: hai il Suv? L'estorsione aumenta
di

Un vero e proprio listino prezzi, differenziato a seconda del tipo di auto. Poi un giro d'affari esagerato, la cui entità si può solo parzialmente ricostruire guardando alle quintalate di contanti rinvenuti nelle case degli indagati.

È questo quello che si sono trovati davanti i militari dell'arma dei carabinieri nell'ultimo blitz contro i parcheggiatori abusivi di Napoli. Un business, quello dei parcheggi abusivi, che è bene ricordare essere spesso controllato direttamente dalla camorra.

L'Ansa, descrivendo il lavoro di indagine dei carabinieri, parla di un'organizzazione ormai ultra-efficiente. Le chat di gruppo su Whatsapp permettono ai parcheggiatori abusivi di gestirsi le aree di competenza, andando immediatamente all'attacco quando vengono segnalati forti flussi di automobilisti in una via precisa. Ovviamente, le chat vengono usate anche per segnalare i controlli dei vigli e della polizia. Ora quelle stesse chat permetteranno anche di ricostruire le presunte attività illegali degli indagati.

L'ultima settimana i ripetuti controlli dei carabinieri hanno portato a sei denunce. Uno degli indagati avrebbe applicato tariffe diverse a seconda del veicolo dell'automobilista. Se hai il Mercedes (o una qualsiasi auto vistosamente costosa) paghi 5€, se è una utilitaria o uno scooter l'estorsione si ferma a 2€. Dopo il super-bollo del Governo arriva anche la super-estorsione dei parcheggiatori abusivi. Non c'è davvero pace per chi guida auto di grossa cilindrata in questo paese.

Complessivamente l'attività di indagine delle ultime settimane ha portato alla denuncia di 83 persone, a 123 contravvenzioni al CdS e 93 provvedimenti di allontanamento.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
3