di

Gordon Murray Automotive ha appena rivelato al pubblico la sua potentissima T.50s "Niki Lauda". Si tratta di un bolide estremo a tiratura limitata pensato appositamente per la pista e infatti, rispetto alla già migliorata T.50, non è omologata per la strada.

La T.50s è stata dedicata, come intuibile, al tre volte campione del mondo di F1 nato proprio il 22 di febbraio di 72 anni fa. Il produttore ha sviluppato questo modello parallelamente alla sua variante stradale e ha intenzione di produrne soltanto 25 esemplari, ma soltanto quando le 100 unità di T.50 verranno assemblate entro la fine del 2022.

Passando alle specifiche tecniche, la GMA T.50s avrà l'incredibile massa di 852 chilogrammi, a fronte dei 986 chilogrammi delle T.50 senza la "s" minuscola, per cui il rapporto potenza peso diventa in modo inevitabile ancor più strabiliante grazie ai 735 cavalli di potenza e ai 12.100 giri massimali che il motore V12 può toccare.

Il propulsore in effetti è un pezzo da novanta, e riceve l'aria della quale ha bisogno per raffreddarsi attraverso un'ampia presa sul tettuccio, mentre il sistema di scarico progettato appositamente farà uso di canali Inconel assottigliati per l'occasione. Da citare poi testata e e albero a camme completamente rivisti e l'implementazione di un nuovo cambio robotizzato X-Trac a sei rapporti e con palette sul volante.

"Per come la vedo io è impossibile fare meglio di così, e la guida raggiunge il suo livello più puro." In questo modo Gordon Murray ha brevemente descritto la sua creazione, ma poi ha proseguito:"La T.50s Niki Lauda garantirà una connessione viscerale tra il conducente, la macchina e il tracciato in un modo mai visto finora."

"Vi basti immaginare di trovarvi sul vostro tracciato preferito, di vedervi seduti alla guida di un V12 non silenziato che urla proprio alle vostre spalle. L'esperienza di guida sarà qualcosa di speciale. Con un rapporto potenza peso superiore a quello di una macchina LMP1 ad aspirazione naturale, sarà anche incredibilmente veloce, e grazie a una massa così bassa, cambierà direzione come una monoposto da Formula 1."

Per portare il peso così in basso, questa T.50s da pista utilizza pannelli della carrozzeria in fibra di carbonio ultraleggera, mentre le parti in vetro sono state studiate appositamente per restituire la massima resistenza nonostante la leggerezza. Le molle, sospensioni e barre anti-rollio rappresentano il meglio che si potesse raggiungere, e hanno consentito di avvicinare quanto più possibile la vettura al suolo.

L'assurda ventola posteriore da 400 millimetri è tata tenuta, ma adesso lavora assieme a un diffusore ancora più grosso e ad un "alettone delta" alquanto massiccio. Grazie a queste soluzioni, al design della carrozzeria e alle prese d'aria, la T.50s produrrà un carico aerodinamico che può raggiungere i 1.500 chilogrammi. Tutto questo non può non avere una controindicazione: il prezzo di partenza è stato fissato a circa 3,6 milioni di euro.

Prima di lasciarvi alla visione integrale del video in alto, utile anche a dare un'occhiata all'interno dell'abitacolo, vi consigliamo di tornare all'origine del progetto di Gordon Murray: la GMA T50 stradale è sicuramente più docile e accessibile.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1