Lo sviluppo della Bugatti Divo è terminato: ecco il bolide da 1500 cavalli

Lo sviluppo della Bugatti Divo è terminato: ecco il bolide da 1500 cavalli
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Bugatti è una casa automobilistica che basa tutta la sua fama sull'incredibile design e sulla maestosa potenza delle sue vetture, che vengono spesso proposte in numerose varianti diverse, le quali differiscono rispetto alla versione base per prestazioni, estetica o ambedue le opzioni.

Con soprattutto la seconda ipotesi in mente si è deciso di dare vita alla Bugatti Divo, una fantastica hypercar che si basa sulla mai troppo lodata Bugatti Chiron. Lo sviluppo è stato dedicato ad Albert Divo, pilota francese che al volante delle Bugatti dominò le Targa Florio del 1928 e del 1929. Il brand francese ha quindi deciso di onorare il campione battezzando il suo ultimo prodotto a suo nome.

"Stiamo facendo rivivere una tradizione di carrozzerie speciali dimenticata da tempo". Queste le parole pronunciate da Stephan Winkelmann, presidente di Bugatti, sull'argomento in questione. La super sportiva verrà prodotta in serie estremamente limitata proprio quanto le sue prestazioni, che per i 40 esemplari che prenderanno vita, consisteranno in uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 2,4 secondi e in una velocità massima limitata a 380 km/h. Un tale livello di performance è garanzia del gigantesco motore W16 quad-turbo da 8,0 litri, capace di scaricare sull'asfalto 1.500 cavalli di potenza e 1.600 Nm di coppia.

Sulla Bugatti Divo si è espresso anche Pierre Rommelfanger, project manager per i modelli in versione limitata della casa:"All'inizio del 2018 abbiamo deciso di sviluppare un'auto particolarmente sportiva, come primo progetto sotto la guida del nuovo presidente della Bugatti, Stephan Winkelmann. Alcuni desideravano un'auto più agile e che potesse 'mangiarsi' le curve. E questo è sicuramente ciò che la Divo è oggi." Insomma, contrariamente a quanto fatto con la Chiron Longtail, questa macchina è stata prodotta con in mente le curve.

In questo senso la riduzione del peso è risultata fondamentale, e lo stesso si può dire per l'aumento del carico aerodinamico (456 kg a 380 km/h), procurato con un telaio dall'assetto più 'diretto'. Per questo motivo si è optato per una limitazione a 380 km/h, utile a evitare carichi pazzeschi sugli pneumatici.

Per chiudere vorremmo menzionare altri due progetti Bugatti degni di nota. Il primo riguarda la fantastica Bugatti Centodieci, che è stata preferita anche da Cristiano Ronaldo, noto fan del brand. Infine vi rimandiamo alla Bugatti Chiron Pur Sport dal grosso alettone posteriore.

FONTE: ansa
Quanto è interessante?
2