INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quello che è accaduto ieri sera a Cape Canaveral è un qualcosa che potrebbe in futuro esser ricordato come l'avvio di una nuova era dell'esplorazione spaziale, la quale potrebbe portare alla riscoperta della Luna e al raggiungimento di Marte da parte di esseri umani in carne ed ossa.

Il lancio della Crew Dragon-2 è stato un successo, e gli astronauti a bordo del razzo hanno raggiunto senza alcun problema la Stazione Spaziale Internazionale nella totale felicità di Elon Musk e nei plausi del presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump che ricordiamo, ha voluto fortemente questa missione fin dall'inizio, testimoniandolo con importanti investimenti.

Ad oggi erano ben 9 anni che nessun uomo americano si avventurava nello spazio, ma lo scopo di questa ripartenza è stato ribadito essere non soltanto scientifico, ma anche commerciale. Da questo punto di vista scommettiamo che tra qualche anno sarà possibile, almeno ai più facoltosi, concedersi un bel viaggetto nello spazio e chissà cos'altro.

Tornando però coi piedi per terra Elon Musk e Tesla hanno ancora molto lavoro da fare. Uno dei piani più ambiziosi del CEO della casa automobilistica californiana è quello di rendere completamente autonoma la propria flotta di veicoli, realizzando in tal modo almeno un milione di taxi automatizzati in grado di accompagnare persone in giro per l'america entro la fine di quest'anno. Il progetto è stato chiamato "Robotaxi", e farà uso dell'Autopilot proprietario Tesla. Il sistema di guida autonoma riceve aggiornamenti costanti e sostanziosi per rispettare la scadenza, e il proprietario di una Model 3 ha deciso di testarlo tramite un viaggio in condizioni pessime condizioni meteorologiche: come si è comportato sotto la pioggia e nella nebbia?

FONTE: automoto
Quanto è interessante?
3