di

Sembra incredibile ma è successo di nuovo: un motociclista ha piegato volontariamente lo specchietto di una Tesla Model 3, rivolgendo poi un gestaccio al conducente. Questa volta almeno lo specchietto non è stato distrutto come accaduto a Brandon McGowen.

La storia di McGowen è finita sulle pagine di tutte le riviste specializzate, anche perché la sua Tesla Model 3 ha registrato le immagini di un motociclista che volontariamente ha rotto lo specchietto destro dell'auto. Le immagini diffuse sul web avevano poi aiutato la polizia a rintracciare il centauro, che ora andrà a processo per atti vandalici.

Non avrà gli stessi problemi il motociclista protagonista del video di oggi, che comunque avrà i suoi 15 minuti (e forse anche di più) di pessima celebrità sui social media. Le immagini sono state registrate da un'altra Model 3 - che ricordiamo utilizza le sue telecamere anche come dashcam "a 360 gradi" - appartenente a Brandon Le, che ha avuto l'incidente proprio dopo aver visto il video di McGowen.

Ora si cerca il responsabile, che probabilmente era alla guida di una CBR 929 RR. Quello che sembrava un caso isolato, un possibile screzio fra un motociclista e un automobilista qualunque, potrebbe dunque diventare qualcosa di diverso. Dopo i proprietari di pickup anche i motociclisti americani hanno iniziato la loro crociata contro le vetture di Elon Musk? Non ne capiamo davvero il motivo di fondo, ricordiamo però a potenziali vandali che le Model 3 registrano tutto e si potrebbe davvero finire in guai seri...

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
3