INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il team marketing di Subaru deve aver passato una gran brutta settimana. Prima la spacconeria del suo distributore locale che ha chiamato un veicolo F.U.C.K.S, poi le scuse: non c'entriamo nulla. Ma vediamo la storia dall'inizio. Subaru ha recentemente presentato un modello speciale del Forester al Singapore Motor Show.

Non entriamo nei dettagli degli optional e degli accessori dell'edizione. Ci soffermiamo sul nome. Un nome piuttosto lungo, in inglese, con un acronimo sfortunato: Forester Ultimate Customized Kit Special, il Forester F.U.C.K.S. Non è esattamente un nome "spontaneo". Esistevano mille modi per esprimere lo stesso concetto con altre parole, o semplicemente riordinando in modo diverso quelle scelte (Special Kit?).

Sta di fatto che il risultato finale è quello di avere un veicolo che ufficialmente si chiama F.U.C.K.S.

La notizia crea qualche malumore, soprattutto tra le concessionarie Subaru America che non sono molto intenzionate a mettere in commercio un'auto con quel nome. Così Subaru corre ai ripari, e se la prende con il distributore usato per il mercato di Singapore.

L'idea del modello speciale, argomenta Subaru, sarebbe stata sua. La nota inviata da Subaru America alle concessionarie prende le distanze dall'operazione, spiegando che l'azienda non ha nulla a che fare con l'iniziativa. "Ci troviamo in una situazione spiacevole, con cui non abbiamo nulla a che fare".

L'operazione sarebbe stata condotta all'oscuro non solo di Subaru America, ma anche della casa madre Subaru Corporation. Quest'ultima avrebbe quindi costretto il distributore locale a cambiare in corsa il nome del modello speciale, che non è più esposto con quel nome al Singapore Auto Show.

Immagine in apertura via The Drive.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
1