Strade deserte per il Coronavirus e gli automobilisti infrangono i limiti

Strade deserte per il Coronavirus e gli automobilisti infrangono i limiti
di

Le strade deserte, rese tali per le restrizioni utili a contrastare la diffusione del Coronavirus, stanno incoraggiando molti automobilisti ad aumentare la propria velocità, di fatto creando nuovi rischi per tutti gli altri utenti della strada.

Da New York a Roma, da Londra a Berlino il Covid-19 ha liberato le vie dalle vetture aprendo nuovi spazi per i conducenti meno avveduti, che evitano i posti di blocco e scansano le pattuglie, mettendo spesso in atto delle vere e proprie corse clandestine (ecco quanto accaduto a Shanghai). Nello specifico, a Londra e Los Angeles la polizia locale ha fatto sapere di aver beccato automobilisti a sfrecciare a più di 160 km/h nei centri cittadini, un comportamento che sconsigliamo fortemente.

A conferma di ciò sui social media non è impossibile trovare brevi video di gare tra le strade pubbliche di Messico e Stati Uniti. Questa particolare libertà, unita alla sovrastima che spesso facciamo di noi stessi al volante, può portare a violenti incidenti.

Ma adesso mettiamo in campo i dati. Secondo le analisi sui trasporti fatte in alcune aree metropolitane statunitensi da INRIX, nelle ultime settimane la velocità media su autostrade interstatali, autostrade standard e superstrade è aumentata del 75 percento, se comparata a quella adottata negli scorsi mesi di gennaio e febbraio. Una differenza certamente considerevole. Secondo Bob Pishue, analista presso INRIX, gli automobilisti starebbero approfittando di un'occasione unica nella vita, dandosi alla pazza gioia senza remore:"una cosa senza precedenti".

Nella città di New York i responsabili dei trasporti a marzo hanno riportato un aumento delle infrazioni per eccesso di velocità del 60 percento, se paragonato al dato dello stesso mese dello scorso anno. Le rilevazioni preliminari mostrano un trend simile anche per il mese in corso.

Dal nostro canto possiamo affermare che questi numeri non ci sorprendono affatto, e difatti sulle nostre pagine abbiamo già riportato di automobilisti non proprio accorti. Ecco ad esempio un uomo beccato a viaggiare ad oltre 160 km/h nei pressi di Sydney, la polizia lo ha immediatamente fermato sospendendogli immediatamente la patente.

Ma adesso concludiamo rimandandovi ad un nostro speciale sulle auto del futuro, le quali diventeranno più lente e più sicure, contrastando i comportamenti più spericolati.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
4