Steve Jobs ha cambiato per anni la sua Porsche ogni 6 mesi: il motivo? Colpa della privacy

Steve Jobs ha cambiato per anni la sua Porsche ogni 6 mesi: il motivo? Colpa della privacy
di

Chissà come avrebbe preso Steve Jobs, il sondaggio per cui nel 2030 la Apple sarà una delle leader del mercato delle auto. Difficile dirlo fatto sta che quando il geniale co-inventore della Mela era ancora in vita, l'Apple Car non era nemmeno stata pensata, anche perchè nella mente dello stesso manager vi era un'altra vettura.

Chi conosceva Steve Jobs sapeva quanto lo stesso avesse delle stranezze, come tutti noi del resto, ma la sua era decisamente particolare. Al di là di utilizzare lo stesso outfit tutti i giorni (era sempre vestito uguale ma con vestiti diversi ovviamente), ogni sei mesi era solito cambiare auto, precisamente una Porsche 911 nuova di zecca.

Sia chiaro Steve Jobs all'epoca della morte, nel 2011, valeva già 10 miliardi di dollari, ma il motivo di questo continuo ricambio in garage non è legato ad una passione smodata per le vetture di Stoccarda. Semplicemente Jobs si faceva recapitare a casa ogni metà anno una Porsche 911 nera nuova di zecca (e in seguito una Mercedes-Benz SL 55), sfruttando una particolare legge in vigore anni fa in California.

In poche parole, chi acquistava una nuova auto poteva circolare con la stessa senza targa per un massimo di sei mesi; di conseguenza Steve Jobs, per evitare di essere schedato o identificato, decise di utilizzare questo bizzarro escamotage, cambiando appunto l'auto ogni metà dell'anno.

Come qualcuno fa notare, all'epoca Jobs era inseguito dai paparazzi e dai media, ma non ha mai ricevuto l'attenzione che avrebbe se fosse oggi ancora in vita. Pensate ad esempio ad Elon Musk, che di recente ha minacciato di lasciare Tesla, e che circola di fatto con la scorta.

In ogni caso, la California ha cambiato questa scappatoia legislativa, e oggi non è più in vigore, ma il buon Jobs ha deciso di sfruttarla fino a che ha potuto, prima che la malattia, purtroppo, prendesse il sopravvento

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi