Stellantis e Foxconn uniscono le forze: tecnologia di bordo ai massimi livelli

Stellantis e Foxconn uniscono le forze: tecnologia di bordo ai massimi livelli
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Stellantis ha appena avviato una collaborazione con Foxconn, gigante cinese dell'elettronica, per portare alla luce il progetto Mobile Drive, tramite il quale sviluppare un sistema di infotainment particolarmente avanzato e un'offerta di connettività veicolare di primo piano.

Entrambi i marchi hanno palesato le proprie intenzioni parlando dell'obiettivo di "accelerare le tempistiche di sviluppo per portare un'esperienza utente innovativa all'interno del veicolo, resa possibile da un'avanzata elettronica consumer, da interfacce HMI e da servizi che supereranno le aspettative dei clienti."

Interessante è poi anche la seguente affermazione, che ribadisce una "connessione che connette i veicoli internamente ed esternamente senza soluzioni di continuità." Il sistema consentirà poi un nuovo modo di intendere i ricavi grazie ai costanti aggiornamenti over-the-air e alle funzionalità opzionali acquistabili da remoto durante tutto il ciclo vitale del prodotto.

Oramai è chiaro che il sentiero è tracciato, e incrementare l'interattività degli abitacoli è d'obbligo per qualsivoglia produttore di veicoli, dalle citycar tradizionali alle ammiraglie elettriche, dai fuoristrada alle supercar. In tal senso Stellantis non vuole assolutamente essere lasciata indietro, per cui supponiamo che nell'ultimo periodo abbia preparato investimenti enormi per posizionarsi tra le migliori case automobilistiche in tema hi-tech.

Prima di avviarci a chiudere vogliamo citare altri due ambiziosi esempi di interni altamente tecnologici. Il primo è rappresentato da Project Trinity di Volkswagen, che entro il 2025 dovrebbe raggiungere i consumatori fornendo loro un'ammiraglia a zero emissioni dalla modularità senza precedenti. A sorpresa anche Cadillac sta accelerando vertiginosamente verso elettrificazione e connettività on board: da alcuni mesi il brand americano ha detto addio per sempre ai motori a combustione interna per abbracciare la filosofia palesata con il Cadillac Lyriq.

FONTE: autocar
Quanto è interessante?
1