INFORMAZIONI SCHEDA
di

Tantissimo tempo fa le autovetture a vapore erano ancora ammesse. Ovviamente con l'arrivo dei veicoli alimentati coi distillati del petrolio si è capito immediatamente che il vapore andava messo da parte, ma è comunque affascinante guardare indietro e scoprire le particolari tecnologie del nostro passato.

In effetti qualcuno si è dimostrato ben più che affascinato alla propulsione a vapore, e ha infatti deciso di applicarla ad un classico Land Rover. Stiamo parlando di Frank Rothwell, un uomo che poco tempo fa ha tirato su più di 1,2 milioni di euro per la ricerca contro l'Alzheimer e ha navigato intorno al mondo attraversando persino il famoso passaggio a nord-ovest.

A ogni modo, stavolta si è buttato su un bizzarro progetto a quattro ruote e, stando a quanto riportato da DriveTribe, l'idea gli è venuta mentre guardava un programma sui motori e sulla trazione, durante il quale venivano esibiti piccoli motori a vapore. Alla fine dei conti di è convinto ad acquistare il kit per un piccolo motore Foden del 1910 e a montarlo nel vano motore di un Land Rover.

Ovviamente non è stato un processo facile né veloce, e il risultato non è dei più eccitanti. La macchina non arriva neanche a toccare i 20 km/h e, come potreste notare voi stessi dando un'occhiata al video in alto, l'abitacolo scoperto non è un toccasana per i polmoni.

Per fortuna stiamo dirigendoci verso un futuro in cui la maggior parte delle autovetture non emetterà gas di scarico, a totale vantaggio della qualità dell'aria delle nostre città. La stragrande maggioranza dei produttori di veicoli ha già palesato immensi investimenti sull'elettrificazione, per cui i modelli a zero emissioni crescono di numero a vista d'occhio. A brevissimo la Tesla Model Y arriverà nei garage dei clienti europei, e lo stesso vale per la Volkswagen ID.5 GTX.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
2