di

Con la stampa 3D è possibile fare davvero di tutto, lo hanno dimostrato una volta di più un padre e un figlio che hanno costruito (pardon, stampato) una Lamborghini Aventador replica a scala naturale e l'hanno messa in strada con il motore di una Corvette.

L'impresa, a oggi praticamente unica nel suo genere, si deve a Sterling Backus, professore della Colorado State University che, giocando a Forza Horizon 3 con il figlio, ha avuto l'idea di stamparsi un'auto direttamente in garage. In realtà l'idea della stampa 3D è arrivata successivamente, il professore ha così preparato il suo modello su SolidWorks e lo ha stampato, pezzo dopo pezzo.

È interessante sapere come Backus non abbia utilizzato chissà quale stampante enorme ma una QIDI Xpro system da 650 dollari. Una volta assemblata la vettura, installare un originale V12 Lamborghini da 6.2 litri è sembrato eccessivo anche a Backus, che ha così ripiegato su un 5.7 litri GM LS1 preso in prestito da una Chevy Corvette del 2003.

L'intero progetto è costato 20.000 dollari circa, qui non si parla di soldi però, ma di come sia ormai possibile stampare a casa praticamente ogni cosa, per trasformarla in qualcosa di tangibile e funzionante. Davvero incredibile, il risultato finale.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
2