In South Dakota si continua a correre nonostante il Covid-19, i media sono scandalizzati

In South Dakota si continua a correre nonostante il Covid-19, i media sono scandalizzati
di

Negli Stati Uniti alcuni stati hanno già deciso di stilare una roadmap di riapertura delle attività, o di continuare con le solite abitudini negli spostamenti adottate fino allo scoppio della pandemia di Covid-19, per la sorpresa di alcuni giornali ed emittenti televisive del posto.

Ad esempio in Arkansas, Iowa, Nebraska, North Dakota e South Dakota la cittadinanza e le autorità locali paiono non essere affatto preoccupati della situazione. L'ultimo stato citato tra l'altro sta facendo una grossa pubblicità per rilanciare le attività motoristiche che si terranno nel corso del prossimo weekend, nonostante occasioni di assembramento come queste siano state vietate nella stragrande maggioranza del territorio statunitense.

Il circuito di Park Jefferson Speedway nella città di Jefferson ha tutta l'intenzione di ospitare la Open Wheel Nationals tra qualche giorno, e secondo le stime ci saranno più di 700 persone ad assistere all'evento. Per una gara leggermente più piccola, che si terrà domenica su un tracciato non distante, il Raceway Park, sono già stati venduti 300 dei 500 biglietti disponibili al momento. Secondo Sioux Falls, affiliato locale di ESPN, i posti a sedere disponibili sono stati ridotti di poche decine di unità, e questo quindi non impedirà di violare le indicazioni delle autorità sanitarie della CDC, le quali suggerivano di evitare i raccoglimenti di persone oltre la decina di individui.

I cittadini del South Dakota però non devono rispettare norme restrittive particolarmente dure, ma piuttosto i consigli del governatore dello stato del midwest, Kristi Noem:"Gli abitanti del South Dakota stanno facendo un ottimo lavoro nel rallentare la diffusione del Covid-19. Non siamo ancora fuori pericolo però, ma a ogni modo ne usciremo tutti insieme. State a casa, lavatevi spesso le mani, praticate il distanziamento sociale, e isolatevi in modo autonomo quando malati."

Nel frattempo il Coronavirus ha trasformato l'isola di Manhattan, New York, in uno scenario perfetto per motociclisti esagitati e automobilisti spericolati, lo confermano numerose testimonianze. Da tanti report da tutto il mondo i dati che ci pervengono sono chiari: le strade deserte a causa delle restrizioni spingono i conducenti a infrangere ogni limite di velocità.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
3