Sony non ha alcuna intenzione di produrre auto: che ne sarà della Vision S?

Sony non ha alcuna intenzione di produrre auto: che ne sarà della Vision S?
di

Presentata esattamente un anno fa e testata sulle strade austriache non molti giorni fa, la Sony Vision S sembra praticamente pronta ad essere mandata sulle linee produttive per un assemblaggio a grossi volumi. Il colosso tech giapponese però ha ribadito la sua chiara intenzione di non voler entrare nel mondo dei produttori di auto.

"Ad oggi non abbiamo piani di produzione di massa o vendita di veicoli. Nel mentre ci si aspetta che la mobilità rappresenterà un megatrend nel futuro, dal nostro canto stiamo cercando di capire come Sony possa contribuire in modo sensato all'era della guida autonoma." Queste le parole di un portavoce del brand nipponico, pronunciate per i ragazzi di Car & Driver. La dichiarazione appena trascritta non lascia spazio a interpretazione, ma in realtà non fa altro che rimandare una eventualità non del tutto impossibile.

Per arrivare a presentare la sua Vision S come ha fatto di recente, un nutrito numero di ingegneri Sony deve aver attraversato molti dei processi di ideazione e sviluppo che stanno dietro a una vettura completamente funzionante. La compagnia ha persino fatto affidamento a Magna Steyr per mettere a punto il suo prodotto, e infine si sono persino tenuti dei test in strada per convalidare i calcoli teorici nel mondo reale. In via ufficiale, la posizione di Sony è quella di voler semplicemente provare nuove tecnologie da poter sfruttare in futuro, ma le opportunità di investimenti vantaggiosi non si mettono da parte facilmente.

Una possibilità, secondo i colleghi di Autoblog, potrebbe risiedere nel fatto che Sony voglia sviluppare un sistema per consentire i suoi clienti di giocare ai titoli PlayStation nell'abitacolo di un'autovettura. Questa sarebbe un'ottima idea in chiave guida autonoma e arrivo della tecnologia 5G, ma per il momento non ci metteremmo ancora una mano sul fuoco.

Forse è più probabile che Sony intenda realizzare e poi rivendere ai produttori di auto dei sistemi di guida autonoma o di assistenza alla guida, o anche di infotainment, fatti e finiti. Allo stato attuale delle cose però, non possiamo far altro che aspettare nell'arrivo di ulteriori informazioni sulla questione.

Avviandoci a chiudere restando in tema di guida autonoma, Tesla ha appena avviato una collaborazione con Samsung per la fornitura di chip da 5nm per le auto elettriche proprietarie. Questa mossa dovrebbe scongiurare un collo di bottiglia produttivo. Infine, per non allontanarci dalla casa di Fremont, vogliamo citare il caso dell'ingegnere che pochi giorni fa ha rubato il software Tesla riservato sulla Guida Autonoma.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
3