di

La tecnologia militare è in costante evoluzione, ma da parecchi decenni a questa parte non si è avuto lo stesso incredibile progresso che si è invece manifestato nella prima metà dello scorso secolo. Con l'impiego delle nuove tecnologie di alimentazione per i veicoli terrestri però potremmo assistere a interessanti cambiamenti.

I soldati australiani hanno infatti cominciato ad utilizzare delle potenti biciclette elettriche a scopo militare, principalmente per le fasi di esplorazione furtiva. I reparti esplorativi del Light Horse Regiment con la Queensland Mounted Infantry stanno infatti testando questi nuovi mezzi, che in realtà non sono propriamente identici a quelli acquistabili da un civile qualunque.

Le e-bike del video in alto hanno in effetti una velocità massima di 80 km/h, raggiungibile senza dover cambiare marcia manualmente, quindi con la sola rotazione di un manopola. Ciò è possibile grazie all'introduzione di un motore da 6,2 kW e di un cambio a 9 rapporti montato direttamente sul movimento centrale, spazio in genere usato per inserirvi il motorino (a proposito di e-bike, abbiamo provato la nuova Angell Bike).

Per il momento l'esercito australiano non ha ancora affibbiato un nome al nuovo strumento, ma è chiaro che si tratta dei modelli B-52 sviluppati e costruiti dalla compagnia locale Stealth Electric Bikes. Con ogni probabilità la bici pesa 51 chilogrammi e fa uso di un pacco batteria da 2 kWh in grado di garantire un'autonomia massima di 100 chilometri per singola carica, anche se supponiamo che spingendo al massimo l'acceleratore possa facilmente dimezzarsi. A ogni modo anche il silenzio è un'arma in più per i soldati che ne fanno impiego, ed è da segnalare l'emissione sonora di appena 65 dB da 50 km/h: le moto da cross a benzina fanno un baccano ben più udibile.

Oltretutto c'è da considerare anche l'espetto logistico, come spiegato dal caporale della Queensland Mounted Infrantry, Thomas Ovey:"L'impatto è minimizzato grazie alla minore potenza, al minor rumore e al fatto che accumula su di sé molta meno polvere, la quale è visibile dalle forze nemiche. E' molto più efficace di una moto standard. Ci chiamano, prendiamo le bici stealth e ci dirigiamo sul posto per rilevare informazioni. E' molto più immediato. Copriamo terreno in modo più rapido e risparmiamo tempo invece di dover aspettare a lungo che i soldati tornino a riferire. E' più facile passare all'azione con le e-bike e tornare."

Prima di lasciarvi alle vostre faccende vogliamo rimandarvi al felice ingresso nel settore di uno storico brand delle due ruote: la bici elettrica Harley-Davidson è un successo.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2