di

La simulazione di guida è un’esperienza che pochi possono concedersi in casa, complice il notevole costo dei setup professionali. Certo, tentare di replicare gli avanzati simulatori della Ferrari per la F1 è impossibile. Tuttavia, anche i set più “elementari” sono affascinanti, come questo simulatore di guida con la Porsche 911 da rally.

Creato da CXC Simulations in collaborazione con il pilota professionista Patrick Long, ritiratosi dopo due decenni nel mondo del rally e sei campionati vinti, il nuovo simulatore sfrutta una serie di gadget high-tech di ultima generazione per riprodurre il più fedelmente possibile l'esperienza dei rally fuoristrada in una Porsche d'epoca.

Il software utilizzato per replicare tale esperienza è il videogioco Dirt Rally 2.0, uno dei più giocati al mondo complice l’eccellente grafica, l’audio design e il sistema avanzato di guida. Lato hardware, invece, notiamo la classica tripletta di pedali, il cambio manuale, uno schermo piatto, un sistema di casse surround, un sedile ben sostenuto e persino un visore per la realtà virtuale. La pedana è piuttosto compatta e, rispetto a setup più avanzati, è inevitabile notare la mancanza di più schermi posti ai lati del pilota. Se non altro è più economico di una Porsche vera.

A rivelare le motivazioni dietro queste scelte è stato lo stesso fondatore di CXC Simulations: “[Patrick Long] voleva un modo per esercitarsi il più possibile nel suo piccolo appartamento a Manhattan. Ciò significava costruire un cambio a sei marce molto specifico con una certa sensazione; le dimensioni dovevano essere tutte esatte. Abbiamo usato un freno a mano idraulico e doveva esserci anche un VR a schermo singolo, perché gli immobili sono piuttosto costosi a Manhattan e aveva bisogno di metterlo in una piccola stanza”.

Se siete interessati, potrete vederlo nel dettaglio e all’opera con il video allegato alla notizia.

Quanto è interessante?
2