di

Agli albori del nuovo millennio, Ford ha provato a reinventare la classica AC Cobra tramite una chiave di lettura moderna con il probabile intento di rimpiazzare la GT. Ad oggi sappiamo benissimo che la GT sarebbe tornata più avanti tra una calorosa accoglienza, ma all'epoca il brand non poteva di certo esserne a conoscenza.

A ogni modo, il piano non riuscì, nonostante il produttore di auto di Dearborn mise in piedi un interessantissimo concept denominato Shelby Cobra Concept, il quale condivide molti elementi con la supercar dell'Ovale Blu. Il progetto aveva come nome in codice "Project Daisy", fu ideato dal discendente omonimo di Carroll Shelby e presentato al Salone dell'automobile di Detroit del 2004 attraverso una vettura roadster a motore anteriore e trazione posteriore.

Il prototipo era mosso da un possente V10 aspirato da 6,4 litri, e cioè una delle unità più potenti mai prodotte da Ford, in quanto erogava 614 cavalli di potenza a 6.750 giri al minuto e 679 Nm di coppia a 5.500 giri. All'epoca Ford dichiarò che la macchina potesse raggiungere i 333 km/h di picco ma in realtà, secondo delle voci di corridoio, la velocità massima era limitata a 161 km/h in quanto la fase di sviluppo non era ancora terminata.

Nel corso degli anni, la roadster è passata di mano in mano per poi finire nel garage di un ex ingegnere Ford, Chris Theodore, che si è impegnato per riportare la macchina a nuova vita. Theodore ha speso la bellezza di 825.000 dollari per accaparrarsela nel corso di un'asta tenutasi tre anni fa, e i fondi raccolti sono stati immessi in una tenuta appartenuta a Henry e Clara Ford.

Poco tempo fa la Shelby Cobra Concept si è brevemente mostrata durante l'M1 Concourse, disturbando la quiete sonora con il suo ringhio minaccioso e, nel caso voleste ascoltarlo, non dovete far altro che gustarvi il video in alto.

In chiusura invece, restando in tema di concept, ne abbiamo altri due da condividere con voi. Il primo rappresenta l'ultima e coraggiosa creazione di Geely: la nuova Zero Concept che sfida la Tesla Model Y e la Volkswagen ID.4. Il secondo invece incarna tutto lo spirito di sfida di Toyota verso il futuro del mondo automobilistico, incarnato quindi dalla Toyota H2+ Concept disegnata da David Gallego.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1