Scorte di benzina con buste di plastica: interviene il Governo USA

Scorte di benzina con buste di plastica: interviene il Governo USA
di

La East Coast degli Stati Uniti sta vivendo un particolare problema: mancano scorte di carburante e il motivo è legato a un attacco ransomware che ha colpito la Colonial Pipeline. Sempre più distributori stanno rimanendo a secco e la gente ha ben pensato di fare “il pieno” con buste di plastica...

Avete letto bene, anche se sembra incredibile: sono moltissimi i cittadini americani che si sono fiondati ai distributori ancora aperti per riempire buste di plastica piene di benzina. Un fenomeno che ha costretto il Governo USA e in particolare la Consumer Product Safety Commission ad allertare la popolazione tramite social network.

“Non riempite le buste di plastica di benzina” recita secco un tweet della commissione. Certo molte delle immagini apparse su Reddit in queste ore appartengono al passato, non sono di oggi, tuttavia sembra che il fenomeno sia ancora diffusissimo - e pericolosissimo ovviamente. Pete Buttigieg, Segretario ai Trasporti, si è visto costretto a dire alla stampa: “È tempo di essere responsabili e di stare al sicuro. Capiamo bene che alcune aree stanno vivendo un periodo di magra per quanto riguarda le forniture, fare scorta in questo modo però non migliora le cose. Bisognerebbe fare rifornimento solo in maniera diretta, con il bocchettone all’interno dell’auto, oppure trasportare la benzina in contenitori adeguati e approvati. È davvero incredibile ciò che sta accadendo.” Il tutto mentre nella West Coast dai distributori escono vini locali

FONTE: CarScoops
Quanto è interessante?
1
Scorte di benzina con buste di plastica: interviene il Governo USA