Scopriamo quali sono le Ferrari one-off più rare e uniche uscite da Maranello

Scopriamo quali sono le Ferrari one-off più rare e uniche uscite da Maranello
di

Le auto del cavallino rampante sono icone di stile e sportività, a volte votate all’eleganza, a volte concentrate sulla prestazione pura. Esistono però tante altre Ferrari che sono ancor più esclusive, a volte addirittura segrete. Auto create su misura per facoltosi clienti che chiedono un pezzo unico, oppure edizioni limitate di pochi esemplari.

Partiamo con la Ferrari J50 del 2016, create per celebrare il 50° anniversario di Ferrari in Cina. Ne sono state create soltanto 10 e si basano sulla 488 Spider. L’elemento caratteristico della vettura è la linea nera che parte dal muso e percorre quasi tutta la fiancata, chiaro rimando alle F40 e F50. Il motore è lo stesso della 488, ma in questo caso sprigiona 30 cv in più, arrivando a quota 690 cv.

La Ferrari SP38 del 2018 invece può sembrare la versione coupé della J50. L’alettone posteriore è un tutt'uno con la carrozzeria, ed è stato fatto ancora una volta in onore della leggendaria F40, mentre le ruote “a stella” si rifanno a quelle della F50. Ne esiste un solo esemplare, ed appartiene a Ronnie Kessel, il figlio del pilota svizzero Loris Kessel.

Torniamo indietro di qualche anno, e troviamo la Ferrari SP12 EC del 2012, commissionata da Eric Clapton, che ha chiesto a Ferrari e a Pininfarina di creare un tributo alle auto classiche del marchio. L’auto si basa sulla 458, ma sfoggia i gruppi ottici della Enzo, e altri elementi moderni che si legano alle linee del passato, come il montante posteriore, chiaramente ispirato ai modelli anni ‘80, come la 308 GTB.

La Ferrari P4/5 by Pininfarina del 2006 si basa su una Enzo comprata da James Glickenhaus, che Pininfarina ha trasformato in una reinterpretazione della mitica Ferrari P che correva a Le Mans. Quest’auto venne costruita anche in versione Competizione, e utilizzata per correre durante la 24 ore del Nurburgring del 2011 e 2012.

Continuiamo a parlare di Pininfarina con la Sergio del 2013, un concept che non è marchiato Ferrari, ma è costruito comunque su una 458 Spider, in onore appunto di Sergio Pininfarina, il presidente dello studio di design, che in questo caso ha dato vita ad una delle vetture più eleganti che abbiano mai creato. Nel 2015 Ferrari decise di produrne sei, con alcuni elementi più convenzionali per adeguarla a circolare su strada.

Infine non possiamo dimenticarci della Ferrari P80/C del 2019, un’auto ispirata agli sport prototipi della casa, come la 330 P3/P4 e la Dino 206 S. È un'auto da corsa in tutto e per tutto, basata infatti sulla 488 GT3, e ha richiesto ben 4 anni di lavoro per adattarla al nuovo corpo vettura. L’elemento caratteristico di questa supercar sono le feritoie in alluminio che avvolgono il vano motore, e le prese d’aria laterali che si legano perfettamente al disegno dei finestrini.

Vi consigliamo di guardare anche la creazione ad opera della carrozzeria Touring Superleggera, che ha costruito l’Arese RH95 per festeggiare i 95 anni del marchio, basandosi su una Ferrari 488, altrimenti date un’occhiata ai modelli Ferrari che possono essere acquistati con soli 40,000 euro.

FONTE: Jalopnik
Quanto è interessante?
2
FerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrari