Uno sciopero in Svezia blocca Tesla: cosa sta succedendo?

Uno sciopero in Svezia blocca Tesla: cosa sta succedendo?
di

A quanto pare la Svezia si sta rivelando un grande grattacapo per Elon Musk. Uno sciopero dei lavoratori Tesla rischia seriamente di bloccare tutto l'iter delle consegne nel Paese nordico e non solo. Una vera e propria polveriera tra i ghiacci svedesi che al CEO non sembra andare giù.

Era partito tutto come una piccola manifestazione di appena cento operai, ma ben presto le proteste hanno cominciato ad ingrandirsi sempre più; a questo punto l'intero lavoro di Tesla in terra svedese rischia seriamente di bloccarsi del tutto. Si tratta di uno scontro (l'ennesimo) tra Musk e i sindacati, il primo non vede di buon occhio i secondi, e questi ultimi a quanto pare hanno deciso di alzare la voce.

Lo sciopero si è allargato velocemente a macchia d'olio, coprendo l'intero Paese scandinavo. A quei cento operai, infatti, si sono uniti anche i lavoratori portuali, gli elettricisti e addirittura gli addetti alle pulizie che lavorano per il brand automobilistico statunitense in Svezia. Inoltre, anche altri sindacati hanno dato manforte alle proteste, e continuano a farlo.

La situazione è peggiorata ulteriormente quando Tesla Sweden ha comunicato al sindacato IF Metall di aver ricevuto ordini da Musk in persona di non firmare alcun accordo di contrattazione collettiva; al momento lo scenario sembra aver assunto le tinte di una vera e propria polveriera pronta a esplodere da un momento all'altro. E non è tutto...

Allo sciopero in questi ultimi giorni hanno preso parte anche i dipendenti di PostNord, l'azienda che tra gli altri gestisce le consegne delle targhe per l'Agenzia di Trasporti Svedese, rifiutandosi di consegnare le targhe dei veicoli Tesla, bloccando di fatto ogni consegna. Elon ha fatto sentire il suo disappunto per la vicenda via X, e sembra non essere intenzionato a fare un passo indietro. La domanda in questo caso sorge spontanea: è vero che Tesla non conosce mai crisi oppure no?