Sciopero delle scuole guida il 18 settembre: salta il 50% degli esami

Sciopero delle scuole guida il 18 settembre: salta il 50% degli esami
di

Sentiamo spesso di nuovi scioperi dei benzinai o dei trasporti, domani invece chiudere le serrande saranno le scuole guida. A dirlo le associazioni di settore Unasca e Confarca.

Il 50% degli esami di guida previsti per domani 18 settembre 2019 nelle scuole guida associate salteranno, ma qual è il motivo della mobilitazione? Le scuole guida protestano contro l'introduzione dell'IVA al 22% sulle patenti, il che potrebbe presto far lievitare i prezzi delle singole iscrizioni.

"Siamo molto preoccupati per il difficile recupero dell'aliquota degli ultimi 5 anni fiscali dagli ex allievi, che hanno pagato quanto pattuito secondo i listini e la legge che prevedeva l'esenzione, oltre che per la sicurezza, visto il calo drastico delle ore di guida dei nuovi allievi dovuto al rinnovato rapporto tra budget e aumento delle tariffe delle autoscuole" hanno spiegato Unasca e Confarca.

Chiuderanno così le porte 3.500 autoscuole aderenti alle due associazioni, le restanti 3.500 invece sparse su tutto il territorio nazionale effettueranno normale servizio. Unasca e Confarca hanno anche sottolineato che l'esenzione IVA fosse ormai in vigore dal 1972, si è andato dunque a scardinare un sistema ormai collaudato. Ricordiamo che si è arrivati alla situazione attuale poiché la Corte di Giustizia Europea non ha riconosciuto alle scuole guida gli stessi requisiti di scuole e università.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
3