Sciopero dei benzinai del 6 e 7 novembre 2019: distributori chiusi per 48 ore

Sciopero dei benzinai del 6 e 7 novembre 2019: distributori chiusi per 48 ore
di

L’attuale nodo fra il Governo, il Mise e i benzinai non è stato ancora sciolto, dunque è stato confermato lo sciopero previsto per il 6 e 7 novembre 2019, con chiusura degli impianti stradali e autostradali su tutto il territorio nazionale.

Ci si aspettava una risoluzione, anche temporanea, della questione, invece nulla è accaduto e i benzinai hanno confermato la mobilitazione prevista nei suddetti giorni. Queste le parole dei sindacati Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio: “Le Organizzazioni dei gestori non hanno potuto fare altro che ricorrere alla mobilitazione generale, di fronte al silenzio assordante di Governo e Mise. La dichiarazione di sciopero era nota da settimane, il Ministero però ha dimostrato un’assenza totale nei confronti dei Gestori, mostrando disinteresse. In questo modo il Governo sceglie di marginalizzare la nostra categoria”.

I distributori chiuderanno così i battenti dalle ore 6:00 del 6 novembre alle ore 6:00 dell’8 novembre, 48 ore esatte senza carburanti. Ma quali sono i motivi della mobilitazione? Secondo le Organizzazioni dei gestori le nuove normative quali la fatturazione elettronica, l’introduzione degli ISA, i registratori di cassa telematici per fatturati di 2.000 euro l’anno, i documenti di trasporto Das e le nuove modalità di registrazione giornaliera contribuirebbero all’estinzione della categoria, poiché troppo restringenti.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
3