Scania si allea con Webasto per i suoi tir ibridi, ecco come

Scania si allea con Webasto per i suoi tir ibridi, ecco come
di

Webasto negli ultimi tempi ha potenziato enormemente la sua infrastruttura di colonnine per la ricarica a corrente alternata, e questa servirà molto a Scania per mettere in movimento i suoi tir ibridi PHEV attraverso tutta l'Europa.

Il primo veicolo dotato di tale tecnologia possiede una batteria da appena 18,4 kWh. Numeri praticamente irrisori per un camion dal peso enorme, e infatti questo si ripercuote sull'autonomia, che consiste in appena 10 chilometri per carica. Scania però crede che, vista l'enorme energia che generano i freni quando un tale colosso viene rallentato, possa portare ad una eccellente frenata rigenerativa.

A ogni modo il produttore svedese deve sapere il fatto suo in tale ambito, e a supporto del sistema ci pensa un sistema di ricarica a corrente alternata con connettore di Tipo 2, il quale consente di portare al massimo il pacco batterie in appena 20 minuti, i quali possono coincidere con una fase di carico o di scarico del tir, niente male quindi.

"I conducenti di camion (ibridi) plug-in hanno innanzitutto bisogno dell'energia stoccata nella batteria per partire e guidare a bassa velocità, ad esempio nelle fermate e nelle ripartenze imposte dal traffico. I camion ibridi plug-in di Scania fanno uso della frenata rigenerativa per recuperare energia cinetica, che viene poi usata per caricare la batteria, ma la quantità di energia è spesso insufficiente. Per assicurarci che la batteria del veicolo sia completamente carica prima di mettersi al lavoro, la soluzione più efficace è utilizzare una stazione di ricarica professionale. La batteria può essere caricata completamente in appena 20 minuti usando le stazioni di ricarica Webasto da 22 kW. Il veicolo può inoltre ricevere ricariche aggiuntive, ad esempio quando è parcheggiato per una fase di carico o di scarico, o durante le pause."

Solo il tempo ci dirà se questo approccio sarà effettivamente positivo in termini di efficienza, o se alla fine si opterà per migrare verso tir completamente elettrici. In questa direzione è ovviamente andata Tesla, che col suo enorme Semi EV può davvero provare a dare uno scossone al settore provando a innovarlo. Per far ciò tra l'altro l'azienda californiana sta provando a cambiare una legge datata 1956. Un'altra, bizzarra, idea in questo senso è stata portata avanti da un noto designer, che ha pensato ad un eventuale camion Bugatti chiamato Hyper Truck Concept, vi consigliamo di dargli un'occhiata.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
3