INFORMAZIONI SCHEDA
di

Sandy Munro è un noto ingegnere e un grande conoscitore di ogni tipo di autovettura, anche quella elettrica. Per molto tempo è stata una delle poche figure su YouTube a fare divulgazione circa la tecnologia e l'ingegnerizzazione dei modelli Tesla, ma con l'arrivo di numerose proposte da parte dei concorrenti ha ampliato il suo orizzonte in tema EV.

Di recente si è soffermato su uno specifico aspetto inerente la gestione degli spazi all'avantreno. E' risaputo che le auto elettriche, non possedendo un'ingombrante meccanica sotto il cofano anteriore, possano offrire agli acquirenti un vano di carico che si aggiunge a quello posteriore. Tutte le Tesla da questo punto di vista eccellono, mentre la nuova Volkswagen ID.4 è stata criticata pesantemente da Munro, e non solo per questo motivo.

A ogni modo, stavolta ha deciso di pubblicare su YouTube un video analisi circa l'ingegnerizzazione del vano anteriore della Polestar 2. In tal senso Munro ha innanzitutto apprezzato l'impiego dell'alluminio per il portellone, che facilita senza alcun dubbio le operazioni di carico e scarico. L'ingegnere è rimasto colpito dalla solita cura che Polestar ha ereditato da Volvo in merito al processo di fusione dell'alluminio, certamente multifunzionale.

Successivamente ha preso in esame le soluzioni relative alla sicurezza, che nello specifico vengono realizzate tenendo in mente i requisiti per il mercato europeo, dove l'ottenimento di un buon rating Euro NCAP è sempre ricercato dalla casa svedese.

Da parte nostra vi consigliamo, nel caso in cui masticaste un po' di inglese, di guardare il video in alto nella sua interezza. Se invece non conoscevate affatto la Polestar 2 abbiamo qualche specifica tecnica per voi: la prima versione disponibile della vettura a zero emissioni comprende l'utilizzo di due motori elettrici con trazione integrale, i quali erogano 408 cavalli di potenza e 660 Nm di coppia. L'autonomia per singola carica in ciclo EPA si aggira sui 375 chilometri (470 km WLTP) nonostante parliamo di una macchina capace di passare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e di incollare il conducente al sedile.

In chiusura vogliamo rimandarvi ad un interessante nonché recente annuncio: nel prossimo futuro Polestar immetterà sul mercato una variante a motore singolo con oltre 500 chilometri di autonomia e prezzo più conveniente, ma per la redazione di Top Gear è già la migliore auto elettrica a tutto tondo che si possa acquistare in questo momento.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
0