San Francisco dà il via libera ai veicoli senza conducente

San Francisco dà il via libera ai veicoli senza conducente
di

La guida autonoma si sta procurando uno spazio sempre maggiore nel settore dell'automobilismo e negli enti di regolazione stradale. A San Francisco, da oggi, è ammessa la circolazione dei veicoli a guida autonoma.

Per il momento però bisogna escludere tutte le vetture non partecipanti a fasi di test, e a ribadirlo è il Department of Motor Vehicles della California. Insomma, non è ancora consentito chiamare una vettura a guida autonoma, farsi venire a prendere, inserire la destinazione e sfrecciare verso l'infinito. Fino ad eventuali cambiamenti, soltanto gli sviluppatori di questa tecnologia avranno il permesso di girare per le vie della città, nondimeno si tratta di un passo verso il futuro.

Al momento nella città di San Francisco l'unica compagnia attiva in questo ambito è Cruise. Si tratta di una società specializzata sui sistemi di guida automatizzati facente parte di General Motors e spalleggiata da investitori del calibro di Honda e Softbank Group, e ha intenzione di fare progressi attraverso 180 veicoli i quali disporranno comunque di un uomo in carne ed ossa all'interno dell'abitacolo a scopo di controllo.

In realtà non siamo di fronte alla prima amministrazione cittadina la quale ha preso questa decisione. Alcuni giorni fa infatti una misura simile è stata presa a Phoenix, in Arizona, quando Waymo ha richiesto di poter provare in strada i propri taxi senza conducente. La compagnia ha già in mente di selezionare i primi gruppi ristretti di clienti ai quali verrà concesso di poter usufruire del servizio prima del suo debutto ufficiale.

A breve arriverà invece il turno di Tesla, la cui Guida Autonoma definitiva sta per essere rilasciata in versione Beta, e col tempo darà l'opportunità a Elon Musk di mantenere una promessa fatta tempo addietro: mandare in strada un milione di veicoli totalmente autonomi.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2