Rowan Atkinson al Goodwood: dopo le critiche alle elettriche guida una Yaris a idrogeno

Rowan Atkinson al Goodwood: dopo le critiche alle elettriche guida una Yaris a idrogeno
di

Si è chiuso ieri il Goodwood Festival 2023, uno degli eventi più attesi al mondo dai grandi appassionati di auto. Tanti i modelli inediti in azione, fra cui una splendida Porsche Vision 357 Speedster elettrica.

Ha scelto invece l'idrogeno l'attore Rowan Atkinson, celebre artista inglese divenuto famosissimo in tutto il mondo, Italia compresa, grazie al personaggio di Mr. Bean. Si è presentato ai nastri di partenza della cronoscalata con una Toyota Yaris GR hot hatch, vettura da rally il cui motore 1.6 benzina a tre cilindri è stato riconvertito appunto per funzionare a idrogeno tramite un sistema ad iniezione su misura.

La scelta di Rowan Atkinson probabilmente non è stata casuale; l'attore è stato uno dei primi ad acquistare un'auto elettrica, tra l'altro avendo conseguito una laurea in ingegneria elettrica ed elettronica negli anni '70, ma di recente Mr Bean ha criticato pesantemente le auto elettriche parlando di inganno e non di vetture ecologiche.

Per il Goodwood, Atkinson ha inoltre pubblicato un video sul suo profilo Instagram in cui ha spiegato le particolarità dell'idrogeno, considerandolo una valida alternativa alle elettriche per raggiungere l'ambizioso obiettivo di emissioni zero.

"Ecco perché sono qui oggi, per sostenere l'idea di mantenere le nostre menti aperte su come porteremo le auto nel futuro", le parole di Atkinson al Goodwood Festival of Speed . “Penso in particolare al motorsport – ha proseguito - le auto da corsa elettriche sono complicate in quanto suonano come una lavatrice che passa ad una centrifuga. È dura ma in tanti cercano di conservare l'emozione (di un motore) che solo un'auto con motore a pistoni può darti. Forse un giorno ci abitueremo alle auto da corsa elettriche e le ameremo, ma al momento c'è, diciamo, una certa resistenza da parte dei clienti nei loro confronti”.

Toyota è stata spesso e volentieri criticata per il suo ritardo nel campo dello sviluppo delle auto elettriche, ma per il momento continua a tirare dritta per la sua strada, quella della diversificazione senza disdegnare alcun tipo di propulsione.