Per Romain Grosjean i ragazzini dovrebbero sognare la IndyCar e non la F1

Per Romain Grosjean i ragazzini dovrebbero sognare la IndyCar e non la F1
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Romain Grosjean la Formula 1 la conosce molto bene, il trentacinquenne pilota francese, nato in Svizzera, ha disputato nella massima serie ben dieci stagioni, conquistando dieci podi quando guidava una Lotus. Nel 2021 è passato alla IndyCar Series, firmando per Dale Coyne Racing.

Secondo Grosjean i bambini dovrebbero rivedere i propri sogni. Chi intraprende il lungo percorso dell'automobilismo, che inizia dai kart in giovane età, ha tendenzialmente come sogno l'approdo in Formula 1, allo stesso modo in cui un calciatore sogna il mondiale o la Champions League.

“Ho avuto una carriera incredibile, Sì, gli ultimi anni sono stati un po' duri e frustanti. Sapevo di saper guidare ma non potevo dimostrare nulla”, ha detto Grosjean a Speedcafe dopo il brillante podio a Laguna Seca.

“Arrivare da qualche parte dove puoi combattere per le prime posizioni, [dove] hai un ingegnere che ti dice - sei l'auto più veloce in pista, sei in P1 - lottando per il podio, è sicuramente una rinascita”, per Grosjean questa esperienza deve essere stata preziosa per dimenticare gli ultimi anni di Haas in Formula 1.

L'intervista prosegue in maniera piuttosto intrigante, il piota svizzero si toglie più di un sassolino dalla scarpa: “Capisco che molti ragazzini vogliono arrivare in Formula 1. Se devi essere in fondo alla griglia ogni weekend, penso che sia meglio essere qui. È la libertà di guidare l'auto nel modo in cui ti piace farlo. Non devi occuparti della modalità di ricarica, della modalità push, della temperatura degli pneumatici, della finestra degli pneumatici e così via”.

Secondo Grosjean la IndyCar permette un approccio più genuino alla competizione: “Vai in macchina, esci dalla corsia dei box, poi spingi ad ogni singolo giro”. Voi cosa ne pensate? La Formula 1 è affascinate anche per la parte strategica in mano a muretto e pilota o preferite una serie dove il pilota più veloce può esaltarsi a prescindere dal mezzo?

Grosjean in questa stagione non correrà negli ovali, dove sarà sostituito da Pietro Fittipaldi. Ricordiamo che l'ultima Indy 500, gara clou della serie, è stata vinta da Hélio Castroneves. Grosjean sicuramente deve ringraziare - e l'ha fatto - la FIA per l'adozione dell'Halo nelle monoposto di F1: al GP del Bahrain questo elemento gli salvò la vita. (foto di copertina IndyCar / Chris Owens)

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
4