RML reinterpreta la Ferrari 250 GT SWB: ne produrrà soltanto 30 pezzi

RML reinterpreta la Ferrari 250 GT SWB: ne produrrà soltanto 30 pezzi
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quest’anno stiamo assistendo alla diffusione di tantissimi costruttori decisi a riportare in auge vetture del passato rivisitate in chiave moderna. Questo tipo di produzioni vengono catalogate sotto il nome di restomod, ma l’auto protagonista dell’articolo è qualcosa di diverso e si tratta di una Ferrari 250 GT SWB (Short Wheel Base).

Poco tempo fa vi abbiamo parlato della GTO Engineering Squalo, un tributo alla 250 GTO, ricreata con una carrozzeria in fibra di carbonio che ricalca le forme originali e un motore ricreato ad hoc per essere paragonabile al V12 Colombo originale. La 250 GT SWB di RML invece si basa su una Ferrari 550 Maranello, su cui è stata “appoggiata” la carrozzeria in carbonio della berlinetta a passo corto.

Nonostante i 40 anni di differenza tra le due auto, la SWB e la Maranello hanno dimensioni molto simili in termini di interasse e altezza, quindi per Jonathan Bowen, capo progettista di RML, l’unione dei due design è stata più semplice del previsto e quasi naturale.

Il propulsore dell’auto è il Ferrari F133 della 550 Maranello, il V12 aspirato da 5,5 litri che eroga 485 cavalli e 568 Nm di coppia sulle ruote posteriori, attraverso un cambio manuale a 6 rapporti, ma le prestazioni sono migliorate rispetto alla macchina donatrice. Grazie ad una massa totale più leggera, che ferma la bilancia intorno ai 1470 kg, l’auto raggiunge i 100 km/h in appena 4,1 secondi e una velocità massima di quasi 300 km/h.

Le prestazioni notevoli dell’auto hanno reso necessari alcuni accorgimenti nel campo dell’aerodinamica. La carrozzeria infatti sfrutta alcuni accorgimenti atti a ridurre il sollevamento dell’auto alle alte velocità, mantenendo un look in grado di non snaturare le linee classiche della vettura.

La stessa filosofia seguita per gli interni, che sfruttano l’architettura della 550 Maranello ma rivisitata per apparire più simile a quella originale della 250 GT SWB. Inoltre l’auto è stata progettata con l’idea di poter essere utilizzata quotidianamente, per questo è dotata di tutti i comfort odierni, come il climatizzatore e un sistema di infotainment con navigatore satellitare.

RML Group immetterà sul mercato soltanto 30 esemplari, che entreranno in produzione dal prossimo anno, stimando la prima consegna nel periodo primaverile. Il costruttore non ha rilasciato alcuna dichiarazione sul prezzo del veicolo finito, ma siamo certi che sarà tutt’altro che basso, data la produzione in edizione limitata e il continuo aumento di valore della 550 Maranello su cui si basa.

Prima di chiudere non possiamo esimerci dal menzionare anche questa replica della Ferrari 330 LMB, creata dalle sapienti mani del restauratore inglese Bell & Sport Classic.

FONTE: Evo Uk
Quanto è interessante?
1
Ferrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTOFerrari 250 GTO