Rivoluzione Jaguar Land Rover: arriva il touchscreen predittivo

Rivoluzione Jaguar Land Rover: arriva il touchscreen predittivo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In un'epoca dominata da touchscreen dappertutto il Covid-19 ha mutato la loro percezione: se lo “schermone” da premere al fast food o per prenotarsi in posta prima suggeriva tecnologia e progresso ora appare come l'habitat perfetto per batteri e virus.

Jaguar Land Rover ha ovviato al problema brevettando un touchscreen predittivo, una tecnologia che grazie a sensori multipli riesce a prevedere dove l'utente punta il dito, dando la possibilità di usare l'interfaccia senza la necessità di toccare la superficie. La tecnologia è stata sviluppata in collaborazione con gli ingegneri dell'Università di Cambrdige ed è basata su sensori RF (radiofrequenza) e sensori ottici che rilevano lo sguardo del conducente.

Qualcosa di già visto nelle automobili? Parzialmente. Il Gruppo Volkswagen nei nuovi modelli della gamma utilizza i comandi gestuali, per Mercedes-Benz una soluzione simile è parte del nuovo sistema infotainment, tuttavia la tecnologia è limitata a percepire i movimenti “sinistra-destra” e “alto-basso”.

Jaguar Land Rover ha affermato che la nuova tecnologia è parte del progetto Destination Zero, che migliorerà la pulizia e la sicurezza del veicolo. Fulcro del progetto è legato al touchscreen di bordo, per il quale si prevede il 50% di utilizzo in meno da parte del guidatore. Lee Skrypchuk, specialista IUM (interfaccia uomo-macchina) per JLR, ha dichiarato “La tecnologia touch predittiva elimina l'esigenza di dover toccare il display e quindi potrebbe ridurre il rischio di diffusione di batteri o virus sulle superfici” aggiungendo che “ci offre anche la possibilità di rendere i veicoli più sicuri riducendo il carico cognitivo necessario al conducente e aumentando il tempo trascorso stando concentrati sulla strada davanti a sé”.

Chissà se il sistema sarà già integrato nella nuova Jaguar XJ elettrica.

Quanto è interessante?
1