INFORMAZIONI SCHEDA
di

Come tutte le altre case automobilistiche moderne, Bugatti sviluppa tanti prototipi e design di veicoli per esplorare le possibili direzioni che il brand può eventualmente prendere in futuro. Gran parte di essi però restano privati e non raggiungono quindi mai il pubblico, ma questa volta la casa francese ha voluto mostrarne alcuni.

Lo ha fatto tramite i ragazzi di CarScoops, che hanno condiviso attraverso il loro canale YouTube interessanti video inerenti tre concept di design che avrebbero potuto raggiungere la fase produttiva, ma che poi non hanno mai visto la luce. Queste le parole di un dirigente Bugatti per il portale automobilistico:"Questa è semplicemente una storia riguardo concept che non hanno mai visto la luce del giorno, e spiega che i piani per un modello secondario sono sempre esistiti in Bugatti, e non solo negli gli anni '20 e '30. Non c'è nessun collegamento col presente e col futuro."

Il primo progetto di Bugatti mai prodotta, e visibile dal video in alto, è il concept di Veyron Barchetta, ideato dal leader del design Achim Anscheidt nell'oramai lontano 2008. Fu basato sulla Veyron Grand Sport Vitesse, ma godeva di carrozzeria completamente nuova e aspetto da Speedster con un minuscolo parabrezza avvolgente. Molto interessante il fatto che i fari anteriori siano elementi ripresi poi solo di recente dalla Bugatti Divo, basata invece sulla Chiron. All'epoca il progetto fu scartato, in quanto il business plan di realizzare molte Limited Edition non era ben visto.

Alcuni anni dopo Bugatti accarezzò l'idea di proporre una line-up composta da ben tre vetture, e quindi disegnò due concept da affiancare eventualmente alla Chiron. Il primo sarebbe stato più accessibile rispetto a quest'ultima incredibile hypercar dei record e venne chiamato Bugatti Atlantic. Fu pensato nel 2015 ed era in pratica una rilettura in chiave moderna della Type 57 Atlantic del 1936. I piani erano quelli di rivelarla al Pebble Beach dello stesso anno ma, come è ovvio, questo non avvenne. Il suo sviluppo durò almeno diciotto mesi, durante i quali si prese spunto da quella che allora era conosciuta come Mission E, che oggigiorno conosciamo tutti come Porsche Taycan.

Infine la hypercar più folle e ambiziosa di tutte, la Bugatti Coupe "Rembrandt" W16. Immaginata come una Gran Turismo a motore anteriore avrebbe ospitato lo stesso W16 da quattro turbo e 8,0 litri della Chiron, e sarebbe stata collocata al top della gamma venendo caratterizzata da componenti estremamente specifici. Alcuni dettagli sembrano derivare dalla Veyron Barchetta, come le linee dei fari. Altre parti le ritroviamo sulla Bugatti La Voiture Noire, soprattutto per quanto concerne la striscia di LED al posteriore. La Bugatti Coupe "Rembrandt" avrebbe dovuto avere un costo eccezionalmente esorbitante: parliamo di circa 20 milioni di dollari per ogni esemplare.

Di recente è stato pubblicato su YouTube un interessante video, che mostra una Porsche Taycan Turbo S battere proprio una Bugatti Veyron sul tracciato di Top Gear.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2