La rivale cinese di Rolls-Royce di cui si inizia a parlare molto

La rivale cinese di Rolls-Royce di cui si inizia a parlare molto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il produttore di automobili cinese Honggi si sta facendo un nome nel mondo delle auto di lusso. Anche perché dall'anno scorso vanta nel suo team l'ex capo del reparto design di Rolls-Royce Giles Taylor. Una certa vocazione all'innovazione estrema sia sul fronte tech, che per il design, rende Honggi un brand da guardare con estrema attenzione.

Honggi fa parte del gruppo FAW, uno dei più importanti gruppi dell'automotive cinese. Alle spalle l'azienda ha un pedigree di tutto rispetto, stiamo parlando di un'azienda in continuità con i produttori della L5, la limousine ufficiale dei membri del Governo cinese.

Come molte aziende del Paese asiatico, ad oggi ha guardato esclusivamente al mercato interno. Ora la Honggi vuole espandersi globalmente, e secondo gli analisti ha tutte le carte in regola per riuscirci.

"Stiamo puntando ai giovani clienti estremamente benestanti, vogliono comprare da brand cinesi", ha detto Taylor ad Autocar. Parliamo di clienti che ora acquistano soprattutto Rolls-Royce.

Honggi non ha la minima intenzione di clonare il design caratteristico delle lussuose auto di origine inglese.

"Non possiamo venire accusati di copiare Rolls-Royce, non faremo una cosa del genere". E continua: "diventeremo il brand di lusso numero uno in Cina".

"Credo che ci sia una ricchezza nella cultura cinese, sia che si guardi alle antiche sculture, alla moda o alla calligrafia — c'è una miniera estremamente ricca da cui attingere non solo una risposta occidentale, ma una risposta cinese".

I clienti cinesi sono bramosi di innovazione. Vogliono vedere veicoli iper-tecnologici, ma anche con un design caratteristico e in rottura con il passato. Queste sono caratteristiche condivise da chi acquista auto del segmento ultra-lusso.

Anche per questo, Honggi non farà la guerra a Rolls-Royce sul prezzo. Non vedremo Limousine che sembrano quelle Limousine, ma a metà del loro prezzo di listino. Il brand cinese vuole puntare tutto sui contenuti e sull'innovazione.

Una sfida che non viene affatto sottovalutata: "portare la Rolls-Royce cinese fuori dalla Cina sarà una sfida, perché ce la vediamo con una storia che Rolls-Royce ha coltivato e plasmato in oltre 114 anni, decennio dopo decennio".

Nel frattempo Rolls-Royce è in una fase di discreta debolezza: l'uomo che ha sostituito Giles Taylor nel ruolo di capo del design ha abbandonato l'azienda, per BMW, a meno di 6 mesi dalla sua nomina.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
1