INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli ex conduttori di Top Gear, Jeremy Clarkson, James May e Richard Hammond, erano soliti organizzare degli speciali in vari posti del mondo per testare l'affidabilità di alcuni veicoli e divertirsi viaggiando attraverso paesaggi incontaminati o particolarmente esotici.

Circa 15 anni fa il team di Top Gear si recò in Botswana proprio per questo motivo, e i tre presentatori avevano a disposizione un budget di 1.500 sterline a testa per l'acquisto di un veicolo a trazione anteriore senza spiccate doti da fuoristrada: lo scopo era quello di metterne sotto torchio la meccanica in un tragitto di 1.600 chilometri sul continente africano.

Clarkson per l'occasione scelse una Lancia Beta del 1981, May si buttò su una Mercedes-Benz 230E del 1985 e infine Hammond propese per una Opel Kadett del 1963, che inseguito battezzò Oliver. Hammond si affezionò così tanto alla berlina tedesca da portarsela con sé nel Regno Unito a riprese concluse, ma sia May che Clarkson abbandonarono le rispettive macchine in Botswana.

Il gestore del canale YouTube Alaska to Africa si è ricordato di questo particolare e ha deciso di recarsi in Botswana per provare a recuperare la storica Lancia Beta impiegata nello show televisivo. Secondo lui la vettura sarebbe rimasta lì ad aspettarlo, nonostante siano oramai passati 25 anni dalle registrazioni, e così è stato.

L'esemplare, effettivamente ritrovato e visibile nella galleria di immagini in calce, pare non essere nella sua forma migliore: la vernice è sbiadita dal sole, mancano le ruote e l'abitacolo è devastato, ma ad ogni modo sembra proprio la Lancia Beta guidata da Jeremy Clarkson. Un elemento rivelatore concerne le cerniere installate sulla macchina per le portiere personalizzate con apertura ad ali di gabbiano, rimosse in seguito alle riprese.

Nel bene o nel male supponiamo non sia affatto l'unico veicolo abbandonato dai ragazzi di Top Gear, e chissà quante altre auto siano state a loro stesse in giro per il mondo. Per concludere però vogliamo spostarci dal passato al futuro per condividere con voi le possibili sorti di Lancia: il marchio italiano, grazie alla nascita del colosso dell'automotive Stellantis, potrebbe diventare un brand premium sul quale puntare.

FONTE: motortrend
Quanto è interessante?
4
Lancia