Il ritorno in vita di una Ferrari 512 BBi: un restauro a regola d'arte

Il ritorno in vita di una Ferrari 512 BBi: un restauro a regola d'arte
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La mitica Ferrari 512 BBi, prodotta dal cavallino rampante negli anni '70 e '80, è di certo un modello unico nella storia Ferrari. Torniamo a parlarne oggi perché qualcuno ne ha restaurato una unità a regola d'arte.

In origine la Ferrari 512 BBi poteva vantare un'iniezione meccanica Bosch K-Jetronic, che andava a sostituire la batteria di quattro carburatori Weber a triplo corpo della 512 BB. Motore V12, cilindrata da 5.0 litri, 340 CV per 280 km/h di velocità massima. Il modello riportato allo splendore di un tempo, datato 1984, ha oggi 27.358 km sul contachilometri e a occuparsene è stata un'officina di Chicago, che ha sostituito alcune parti originali degli anni '80 con elementi più resistenti e al passo coi tempi, ovvero l'alluminio e la fibra di carbonio (un trattamento che forse andrebbe riservato anche all'Alfa Romeo 6C posseduta da Mussolini e a questa meravigliosa Ferrari 250 GTE abbandonata).

Sono stati poi installati nuovi pannelli fonoassorbenti, elementi per l'isolamento termico dell'abitacolo, un nuovo radiatore in alluminio con ventole di raffreddamento rinnovate e un impianto frenante con pinze a freno a 6 pistoncini all'anteriore, 4 pistoncini al posteriore. Il tutto senza snaturare ovviamente le linee originali dell'auto, che ha anche conservato il suo motore ufficiale.

In basso potete ammirare l'auto in una galleria, che vi mostra anche lo splendido V12 originale costruito a Maranello.

FONTE: CarScoops
Quanto è interessante?
4
FerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrari