Riparte il settore auto ad aprile 2019: torna il segno positivo con l'Ecobonus

Riparte il settore auto ad aprile 2019: torna il segno positivo con l'Ecobonus
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel corso dei primi 3 mesi del 2019, la preoccupazione relativa al settore auto è stata non poca. Si temeva infatti l'ombra della recessione globale, con dati dal segno meno che confermavano le più nefaste previsioni. In realtà il mese di aprile 2019 ci dice qualcosa di diverso e di positivo, per fortuna.

Se nel 2018 la perdita generale del settore è stata del 3,1%, ad aprile 2019 si torna a crescere dell'1,47% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Secondo il Centro Studi Promotor il motivo è molto semplice: nei primi 3 mesi dell'anno, il pubblico è rimasto fermo ad aspettare l'arrivo degli attesi incentivi statali, il famoso Ecobonus che ha debuttato l'1 marzo - divenuto effettivamente attivo solo un mese dopo, in realtà, il 5 aprile.

Aprile dunque è stato il primo mese "pieno" in cui è stato possibile usufruire degli sconti e i risultati si sono visti subito: 174.412 le nuove immatricolazioni, con il Gruppo FCA che ha chiuso con 44.123 nuove unità vendute, in perdita del 4,15% rispetto ad aprile 2018. La quota di mercato del gruppo di Mike Manley, che in futuro continuerà a spingere sui motori tradizionali, è ora pari al 25,3% anche grazie a Fiat Panda, sempre la più venduta del segmento A.

Vola Volkswagen a +5,42%, con 15.237 nuove auto consegnate, a quota 8,74% sul mercato generale. Crollo invece per Renault a -23,54%, anche Ford con segno meno a -8,09%, mentre Peugeot è cresciuta del 6,75%.

Quanto è interessante?
1