di

Le motociclette sono più pericolose delle auto, è inutile negarlo. Salire su una moto vuol dire vivere l'adrenalina della velocità e del vento contro la pelle, ma anche accettare i possibili pericoli che derivano dalla natura estremamente libera di questo mezzo così straordinario.

Ecco, qualcuno sta cercando di limare questo "difetto", e lo sta facendo attraverso l'uso della tecnologia.

RideSafe è esattamente questo, un dispositivo controllabile facilmente attraverso il nostro smartphone ed in grado di rendere le nostre cavalcate più semplici e sicure. Gli sviluppatori rumeni lo descrivono come un innovativo "dispositivo di sicurezza per chiamate d'emergenza e per il rilevamento degli incidenti", ma di che cosa stiamo parlando nello specifico? RideSafe è un dispositivo IoT autonomo, che si installa direttamente sulla motocicletta e attinge energia dalla sua batteria.

Le tre funzioni principali del dispositivo sono:

Rilevazione di crash e chiamata di emergenza: in caso di incidente, RideSafe invia posizione GPS e profilo medico a un elenco di amici stabiliti e chiama autonomamente i servizi di emergenza attraverso una voce digitalizzata.

Smart Alarm: invia una notifica quando la motocicletta viene accesa o spostata.

Tracciamento delle prestazioni: velocità, angolo di piega, beccheggio e rollio vengono registrati momento per momento ed associati in una mappa del percorso appena compiuto.

Attualmente, il dispositivo non è ancora in produzione, ma il team di sviluppo ha appena creato una campagna IndieGogo per finanziare il progetto. Insomma, non ci resta che aspettare e, con premesse così interessanti, sembra abbastanza plausibile l'arrivo del prodotto sul mercato.

Quanto è interessante?
4
RideSafe, un dispositivo IoT per rendere più sicura la tua moto