di

Nel caso in cui, vostro malgrado, non conosciate James May e Richard Hammond ve li presentiamo noi. Appassionati di motori, ma soprattutto presentatori prima di Top Gear e poi di The Grand Tour, due degli show automobilistici più famosi al mondo. Nel video che vi proponiamo li ritroviamo a discutere di macchine con Sebastian Vettel.

I due noti presentatori discutono su chi dei due abbia la migliore auto. Se sia May, con la sua Ferrari 458 Speciale, oppure Hammond grazie alla sua Opel Kadett del '63. Fortunatamente il giudice è stato il quattro volte vincitore del mondiale di F1.

Hammond parte per primo cercando di snocciolare le specifiche tecniche della sua Kadett a Vettel, ma senza successo. Allora interveniamo noi: l'Opel offre un motore molto piccolo, che non raggiunge neanche il litro di volume e produce infatti poco meno di 40 cavalli, ma questo probabilmente soltanto nel 1963. Ha a disposizione una radio, un tachimetro e raggiunge i 140 chilometri orari. Anche se lo stesso Hammond ha ammesso che l'auto non ha mai superato effettivamente i 90 all'ora.

Chissà se invece la 458 Speciale di May le ha superate tali velocità, visto che il proprietario è denominato Capitan Lento, noi dal canto nostro ne dubitiamo fortemente. In ogni caso Vettel non ha bisogno di nessuna lezione sulla supercar italiana, visto che ne guida una per professione ed è un grande appassionato del Cavallino Rampante.

Comunque Richard Hammond cerca di far leva (ovviamente) sulla nostalgia, mentre James May punta tutto sulle prodezze tecniche e sulle performance della propria macchina. La scelta, senza nessuna sorpresa probabilmente, è ricaduta sulla Ferrari, sulla quale il tedesco è salito e si è lanciato tra le bucoliche e scorrevoli strade britanniche.

Vi consigliamo vivamente la visione del video: è divertente, brillante e vede i due vecchi amici punzecchiarsi come in un episodio di The Grand Tour o ai tempi di Top Gear. In seguito però date un'occhiata a quest'altro video, che vede Hammond intento a cercare il veicolo perfetto per superare la crisi di mezza età.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
3