di

Con l’arrivo di sempre più auto elettriche sul mercato, gli automobilisti si fanno sempre più spesso una domanda: che differenze ci sono fra la ricarica di una BEV (auto alimentata a batteria) e un classico rifornimento di carburante?

Al di là delle ovvie differenze tecniche, con le auto elettriche che necessitano di un cavo di ricarica, di una colonnina (o di un adattatore casalingo) e di un po’ più di tempo, Dennis Wang ha creato un video per sottolineare le differenze di costo. Da questo punto di vista, a Los Angeles almeno, sembrerebbe che le differenze siano davvero minime, se non nulle.

Oltre a possedere una Tesla Model 3 Wang ha potuto testare l’autonomia e l’efficienza di altre due automobili, una BMW 330e e una Toyota Camry Hybrid. Ebbene, la vettura tedesca ha un indice di consumi compreso fra i 47 mpg e i 51 mpg (miglia per gallone di carburante), si spendono dunque 4 dollari per acquistare un gallone di benzina e percorrere circa 51 miglia (82 km).

Il protagonista del video, che solitamente ricarica la Model 3 direttamente a casa, ha deciso di fermarsi a un Supercharger Tesla e vedere quante miglia avrebbe ricaricato spendendo per l’appunto 4 dollari; ebbene con 4,20 dollari i miglia aggiunti all’autonomia sono stati 55, dunque parliamo di costi molto simili - purtroppo aggiungeremmo.

Il Supercharger offre ogni miglio a 0.07636 dollari, nella pratica per percorrere 51 miglia si spendono quindi 3,97 dollari con la Tesla e 4 dollari con la BMW 330e. Certo le cose cambiano nel caso in cui si abbiano i pannelli fotovoltaici installati a casa, oppure in quei Paesi in cui la benzina costa più che in California, nell’assolato Stato americano però le spese di alimentazione potrebbero essere pressoché identiche fra un’elettrica e una tradizionale, ve lo sareste mai aspettato?

Quanto è interessante?
1
Tesla Model 3Tesla Model 3Tesla Model 3Tesla Model 3Tesla Model 3