di

Renault ha svelato il nome del successore di Kadjar: si chiamerà Renault Austral. Il perché di questa scelta ve lo spiega Sylvia, responsabile della strategia nomi presso la Direzione Global Marketing della Marca Renault.

Secondo Sylvia "dare il nome a un veicolo è come dargli un'anima", Renault stessa ha cambiato spesso strategia per i nomi delle sue vetture. Per decenni si è preferita la formula R con accanto un numero per indicare la serie, poi si è preferita la strada dell'emozione. Si è giocato anche sulla lunghezza e la sonorità dei nomi: "I nomi brevi dal suono brioso che conosciamo oggi, come Clio e ZOE, vengono utilizzati per i veicoli di piccole dimensioni, urbani ed agili, mentre i nomi più lunghi che al solo pronunciarli trasmettono stabilità, come Talisman, rimandano agli aspetti più corporate e imponenti del veicolo".

A tal proposito Austral fa parte della base dei nomi di Renault dal 2005 ed è "significativo ed emotivo" per il brand. Rispecchia un SUV di segmento C "pronto a tutte le circostanze", che sarà commercializzato in tutta Europa - e non solo. La sua fonetica "equilibrata e armoniosa" lo rende un nome "facile da pronunciare, rimandando alla forza del SUV e all'idea di controllo". Austral sarà dunque un nuovo precursore della "Nouvelle Vague" di Luca De Meo, avrà una lunghezza totale di 4,51 metri e potrà ospitare fino a 4 passeggeri. Sostituirà Kadjar a partire dalla primavera 2022.

Vedremo se ci sarà anche una variante 100% elettrica, del resto le vendite elettriche di Renault sono in calo e c'è bisogno di nuovi modelli. Nel frattempo ricordiamo che la gamma si è arricchita con la Renault Arkana Full Hybrid che abbiamo provato di recente.

Quanto è interessante?
3
Renault AustralRenault AustralRenault AustralRenault AustralRenault AustralRenault Austral