di

Il grande successo della Renault 4L ha lasciato il segno nella storia dell’automobilismo, e non è un segreto che nei piani della casa francese ci sia l’intenzione di riportare in vita la Renault 4 sottoforma di auto EV, ma per il momento celebra il suo sessantesimo anno di vita mostrando un prototipo della Renault 4 del futuro, capace di volare.

Prodotta dal 1961 e il 1992, nei suoi 31 anni di attività ha venduto oltre 8 milioni di unità, e una elle tante divenne anche l’auto del papa, un evento che non capita proprio a tutti. In attesa della nuova Renault 4 EV, la casa francese, assieme a TheArsenale, ha tolto i veli dalla Air4 definendola “Un simbolo di indipendenza e libertà, nato dalla consapevolezza che il traffico si sta aggravando, le vite si stanno arrestando e il mondo sopra di noi non ha ostacoli”.

A livello estetico la Air4 riprende fedelmente le forme della Renault 4 originale, ora più morbide e smussate, plasmate con la fibra di carbonio. Il frontale presenta gli iconici gruppi ottici circolari a LED a cui si affiancano delle luci di marcia diurne verticali che poi troviamo anche al posteriore. La particolarità di questo concept si nasconde nel fatto che è in grado di volare, dal momento che il corpo vettura poggia su una struttura ai cui vertici si trovano 4 rotori, proprio come i droni che tutti conosciamo.

Idealmente, l’auto o drone, che dir si voglia, andrebbe equipaggiato con una batteria da 90,000 mAh così da offrire una velocità massima di volo di 93 km/h ad una altezza massima di 700 metri, per evitare il traffico delle auto comuni, anche se richiederebbe una licenza di volo e un parcheggio apposito. Scherzi a parte, la Renault Air4 è chiaramente un mero esercizio di stile e un tributo ad un’auto iconica e importantissima per la casa francese, quindi è impensabile che possa diventare realtà, almeno per ora.

Una Renault 4 in versione elettrica è invece più plausibile, mentre il ritorno della Renault 5 in chiave elettrica è assicurato con il debutto della Alpine R5, prevista per il 2024.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1
RenaultRenaultRenaultRenaultRenaultRenaultRenaultRenault