Il Regno Unito tassa le auto elettriche: addio agevolazioni

Il Regno Unito tassa le auto elettriche: addio agevolazioni
di

Chi acquista oggi un'auto elettrica lo fa anche per godere di alcuni vantaggi esclusivi, pensiamo allo sconto sul bollo (dipende dalla regione), ai parcheggi blu e ZTL gratuite (dipende dal comune) e così via. Sappiamo però che presto o tardi questi vantaggi finiranno, come ci ricorda il Governo inglese.

Il Governo britannico ha deciso di applicare la famosa Vehicle Excise Duty (VED) anche alle auto elettriche, finora escluse. A partire dal 2025 anche le auto a zero emissioni dovranno pagare questa tassa, e non solo quelle dei privati cittadini: verrà infatti rivista anche la Benefit-In-Kind (BIK), che permette alle aziende di acquistare veicoli elettrici con agevolazioni fiscali.

Di fatto, la VED britannica è una sorta di bollo nostrano, una tassa di possesso che per il primo anno le auto elettriche pagheranno a forfait 165 sterline, dopo per cinque anni ci sarà una tassa supplementare di 355 sterline se l'auto costa più di 40.000 sterline. Sul fronte aziendale invece i punti percentuali delle imposizioni fiscali aumenteranno di un punto ogni anno fino a un massimo del 5% entro il 2027-2028, secondo il magazine Cars però nonostante queste nuove regole le auto elettriche aziendali continueranno a essere più convenienti delle tradizionali sul fronte fiscale.

In Italia le auto elettriche sono ancora poco diffuse e appetibili, dunque le agevolazioni rimarranno. Nel nostro Paese è ripartito anche l'Ecobonus 2022, Enel X però nel frattempo ha alzato le tariffe delle colonnine.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
1