RC Auto familiare, la novità che farà risparmiare (parecchio) agli automobisti

RC Auto familiare, la novità che farà risparmiare (parecchio) agli automobisti
di

Il decreto fiscale è legge, e con sé porta anche importanti modifiche alla legislazione sull'RC Auto. Si va dalla lotta agli evasori del bollo, passando per l'RC familiare e non solo. Ecco cosa cambia.

Arriva la banca dati unica che dovrebbe facilitare l'incrocio dei dati e quindi l'individuazione dei furbetti del bollo. Bollo che dovrà venire pagato nella regione dove l'auto circola quando questa è in leasing. Il cambio è importante: il bollo non sarà più pagato alla regione dove ha sede la società di leasing. L'evasione del bollo vale 46 milioni in Italia.

Iva: sulle auto ibride ed elettriche per i disabili cala al 4%. Una misura per incentivare e facilitare l'acquisto dei mezzi ad emissioni ridotte o zero da parte delle categorie protette.

L'assicurazione su auto e motorini: le imprese di assicurazioni hanno l'obbligo di assegnare alla polizza relativa ad un ulteriore veicolo la stessa classe di merito che è stata data all'ultimo attestato di rischio dato ad un veicolo del medesimo nucleo familiare. Riformulando, anche se il mezzo appartiene ad un'altra categoria, dovrà avere stesso rischio e stesso premio dei veicoli già assicurati dalla famiglia. Ovviamente si applica la classe più bassa, e mai viceversa.

L'RC Auto familiare parte da gennaio del 2020. Vale anche per il rinnovo dei contratti, ma negli ultimi 5 anni non si deve essere stati coinvolti in sinistri stradali (ovviamente si parla dei casi in cui la responsabilità sia esclusiva, principale o paritaria).

Quanto è interessante?
4