Rapina una gioielleria e scappa in monopattino elettrico: succede a Parigi

Rapina una gioielleria e scappa in monopattino elettrico: succede a Parigi
di

I monopattini elettrici sono da diverso tempo sulla bocca di tutti, soprattutto da quando nel 2020 il nostro Governo ha permesso il loro acquisto con il 60% di sconto grazie al Bonus Mobilità. Per guidarli esistono delle regole precise, qualcuno però li ha utilizzati per gli scopi più assurdi - come scappare dopo una rapina a mano armata.

Nel recente passato ne abbiamo davvero viste di tutti i colori, da chi guidava il monopattino in tangenziale/autostrada a chi lo utilizzava per trasportare borse frigo di importanti dimensioni - passando ovviamente per chi l’ha utilizzato in stato di ebrezza o chi ha portato in strada modelli non omologati in grado di superare abbondantemente i 25 km/h previsti per legge.

La storia di oggi invece arriva dalla Francia, da Parigi più precisamente, dove un ladro ha prima rapinato la gioielleria Chaumet al numero 56 di Rue François 1er, poi è scappato a bordo di un monopattino elettrico - passando a suo modo inosservato. Il bottino è stato di quelli importanti: la gioielleria ha stimato un furto compreso fra i 2 e i 3 milioni di euro.

Nonostante la follia di fondo, il piano del ladro - armato di pistola, utilizzata per costringere i dipendenti del locale a farsi consegnare il materiale - sembra aver funzionato alla grande, del resto quale poliziotto si sognerebbe mai di dover inseguire un ladro in monopattino… Un “nuovo utilizzo” che speriamo non diventi un’abitudine.

FONTE: Tuttosport
Quanto è interessante?
1