Quando McDonalds tentò la conquista delle ferrovie europee: la storia del McTrain

Quando McDonalds tentò la conquista delle ferrovie europee: la storia del McTrain
di

Che vi piacciano o meno i suoi prodotti, McDonalds è ormai un simbolo in tutto il mondo, la catena di fast food più famosa e diffusa al mondo. In pochi però sanno che le mire espansionistiche della compagnia per un breve periodo sono andate ben oltre i normali ristoranti.

Negli anni ‘90 infatti il colosso americano ha tentato di sfondare nel settore dei trasporti lanciando il McTrain - così com’è ufficiosamente conosciuto. Tutto è iniziato in Europa nel 1992, quanto la Deutsche Bundesbahn (le ferrovie tedesche) hanno autorizzato McDonalds a personalizzare due carrozze ristorante per servire i suoi tradizionali prodotti a bordo.

I vagoni avrebbero avuto friggitrici, macchine per il caffè, distributori di bibite gassate, bollitori e tutto ciò che avreste trovato in un normale ristorante della catena. Dopo un periodo di prova in Svizzera, la Deutsche Bundesbahn ha autorizzato McDonalds a operare nel 1993 lungo la tratta Amburgo-Berchtesgarden. Le fonti dell’epoca parlano di due menu a disposizione dei clienti (colazione + pranzo e cena), grazie ai quali era possibile ordinare anche salsicce viennesi, pseudo spaghetti italiani e altro al di fuori le tradizionali ricette made in USA.

27 i posti a sedere nei vagoni McDonalds. Nonostante la popolarità del marchio oltreoceano, sui treni tedeschi la grande M non ha mai sfondato, inoltre il consumo di energia dei vagoni ristorante era francamente eccessiva rispetto alla domanda del pubblico, motivo per cui nell’inverno 1995 l’idea è naufragata in modo definitivo. Quelle che vedete sembrano essere le uniche fotografie esistenti del McTrain.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
3
Il Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle Auto