INFORMAZIONI SCHEDA
di

Autocar, una rivista automobilistica britannica, si è trovata in possesso di tre hypercar McLaren: la storica F1, l'ibrida P1 e la recentissima Senna. Quale miglior utilizzo per queste schegge da asfalto se non un confronto diretto a tre?

Partiamo descrivendo la prima, la F1. Si tratta di una vettura prodotta tra il 1993 e il 1998 in 106 esemplari e, per l'epoca in cui è stata lanciata, era l'hypercar omologata più veloce in assoluto: grazie al suo motore V12 di fabbricazione BMW, e al peso di soli 1.100 kg, è in grado di raggiungere i 380 km/h e scattare da 0 a 100 in poco più di 3 secondi.

La seconda concorrente, la P1, è anch'essa frutto dei suoi tempi. Affianca infatti al suo motore termico V8 da 737 cavalli un propulsore elettrico che invece ne sprigiona 179, per un totale di 903 cavalli di potenza, scaricati tutti rigorosamente sulle ruote posteriori. Il risultato è sbalorditivo: 0 a 100 in 2,8 secondi e velocità massima di 400 km/h, limitati elettronicamente a 350 km/h. Il bolide ibrido vanta anche altre feature tecnologicamente avanzate, come il sistema di recupero dell'energia in frenata, o più semplicemente KERS, e del DRS, un sistema di apertura e chiusura dell'alettone posteriore che, quando serve, aiuta a ottenere molta più deportanza.

A chiudere il trittico troviamo la nuovissima Senna, che basa il suo progetto su un'altra McLaren: la 720S. Nonostante la vettura da cui deriva sia eccezionalmente veloce, la Senna la supera in ogni aspetto. Motore V8 da 4,0 litri biturbo e trasmissione a doppia frizione e 7 rapporti permettono una potenza di 800 cavalli e una coppia di altrettanti newton per metro. La vettura prende ispirazione dalla Formula 1 per tantissimi elementi come i diffusori, l'alettone al posteriore e l'ampio utilizzo della fibra di carbonio, che si traduce in un peso totale al di sotto dei 1.200 kg.

Lasciamo a voi scoprire l'esito della sfida ma, nel mentre, è stata avvistata tra le strade londinesi l'ultima nata in casa McLaren, la Speedtail pensata per sfidare la SF90 Stradale di Ferrari.

FONTE: autocar
Quanto è interessante?
2