Protesta contro Tesla al Salone di Shanghai: il brand fa finalmente chiarezza

Protesta contro Tesla al Salone di Shanghai: il brand fa finalmente chiarezza
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Alcuni giorni fa abbiamo riportato una notizia inerente una situazione piuttosto peculiare avvenuta proprio all'interno della sala di esposizione del Salone dell'auto di Shanghai. Una donna era salita su una Tesla Model 3 protestare platealmente contro il sistema frenante dei modelli di Elon Musk.

In pratica la proprietaria di una berlina elettrica di Fremont voleva attirare l'attenzione del brand per aver messo a repentaglio non solo la sua vita, ma anche quella della sua famiglia, che in quel momento si trovava con lei all'interno dell'abitacolo.

L'altro ieri sono arrivata prontamente le scuse dal marchio californiano, in quanto la sicurezza dell'esposizione era stata particolarmente aggressiva con la protestante ma anche per il ritardo nella condivisione dei dati in merito all'incidente. Tesla da parte sua aveva già ribadito il perfetto funzionamento del veicolo a pochi istanti dall'impatto, ma adesso abbiamo finalmente l'analisi dettagliata.

Ecco, in base ai dati estrapolati dalla vettura, pare che la Model 3 in questione viaggiasse ad una velocità ampiamente superiore ai limiti imposti per il tratto di strada preso in esame. Bloomberg riporta che la EV aveva una percorrenza di 118,5 km/h e, a pochi secondi dall'incidente, aveva rallentato per portarsi a 48,5 km/h. E' estremamente probabile quindi che l'impianto frenante abbia svolto regolarmente il suo lavoro, e Bloomberg lo spiega chiaramente:"I dati hanno oltretutto mostrato che il conducente abbia frenato più di 40 volte nella mezz'ora antecedente lo schianto, e in multipli frangenti il veicolo viaggiava a più di 100 km/h."

Certo è che 118,5 km/h possono non sembrare tantissimi, e di sicuro non rappresentano una velocità folle, ma bisogna considerare che la strada che stava percorrendo è in genere contraddistinta da limiti di 80 km/h, quindi la persona al volante si stava comunque infrangendo il codice della strada.

Ovviamente gli incidenti non si verificano non appena un automobilista supera un limite, per cui bisogna ancora accertare con sicurezza ogni particolare sull'episodio, ma appare evidente che i freni della Model 3 non abbiano avuto un ruolo rilevante nella vicenda.

Avviandoci a chiudere vogliamo riportare una notizia non del tutto piacevole sui modelli della casa di Fremont: i prezzi di Model 3 e Model Y sono aumentati ancora negli USA, ma cosa accadrà in Italia?

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2