di

Lamborghini costruirà appena 63 unità della Sian (c'è anche la Roadster), ed è per questo motivo un enorme privilegio per ognuno dei facoltosi acquirenti possederne un esemplare. Data l'unicità dell'esperienza, un futuro cliente del brand si è recato allo stabilimento di Sant'Agata Bolognese in preda all'eccitazione.

L'esemplare da lui ordinato non era ancora pronto, ma è comunque una goduria assistere al processo di costruzione di una hypercar del genere. La Lamborghini Sian, come saprete, è in buona parte basata sulla Aventador, di cui prende in prestito il telaio e altre componenti aggiungendo di suo un powertrain ibrido e una serie di ottimizzazioni tecniche e aerodinamiche da non sottovalutare.

L'ottimizzazione delle performance è stato un punto chiave dello sviluppo dell'estremo modello, per cui il team ha tirato fuori ben 819 cavalli di potenza ad 8.500 giri al minuto dal solito poderoso V12 aspirato da 6,5 litri e da un'unità elettrica supplementare. Il risultato pratico consiste in uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e in una velocità massima di oltre 350 km/h.

Invece di far uso delle classiche batterie, la Sian impiega una avveniristica tecnologia a supercondensatori: questi ultimi immagazzinano una quantità di energia dieci volte superiore rispetto a quella stoccata nelle batterie agli ioni di litio dello stesso peso. Come dicevamo, per il team di ingegneri l'ottimizzazione è tutto, e la massa dei bolidi è importantissima per la loro dinamica.

Adesso però vi lasciamo alla visione del video in alto, in cui si vede un esemplare della hypercar ibrida completo al 95 percento. Prima però ci pare doveroso mostrarvi anche la nuova edizione personalizzata della Lamborghini Aventador SVJ 63: grazie a un'estetica camouflage riesce a risaltare alla grande, e i suoi interni lasciano a bocca aperta.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1