di

Alcuni giorni fa la proprietaria del canale YouTube EV & Chill ebbe problemi con la sua Ford Mustang Mach-E e, dopo averne parlato pubblicamente tramite un video pubblicato sul proprio canale il brand americano decise di prendersi carico delle risoluzione di tutte le mancanze per accontentare la cliente.

Giusto per fare un esempio, l'esemplare riportava malfunzionamenti alla telecamera posteriore, all'accesso all'abitacolo tramite app e piccoli glitch minori. Dopo qualche giorno EV & Chill ha aggiornato il suo pubblico entusiasta del lavoro svolto dai tecnici, ma di recente sono emerse altre magagne: in seguito ad un update software utile a sistemare il funzionamento di Apple CarPlay si è scoperto che l'apertura delle portiere via smartphone non va quasi mai in porto.

Per risolvere anche questo problema, Ford ha chiesto a tutti i clienti infastiditi dal bug di recarsi nei centri d'assistenza o nelle concessionarie apposite per riparare, ma non tutto è andato per il verso giusto. Innanzitutto il servizio clienti non sembrava essere a conoscenza degli appuntamenti presi precedentemente dagli automobilisti, ma come se non bastasse alcune persone si sono sentite rispondere che il problema è irrisolvibile. Infine, alla protagonista della vicenda è stato chiesto anche di lasciare l'auto in officina per parecchi giorni.

Da parte nostra non sappiamo se le vicissitudini dipendano da centri d'assistenza specifici o siano estese a tutti i centri Ford, ma ad ogni modo supponiamo che i proprietari della nuova Ford Mustang Mach-E non possano far altro che aspettare gli aggiornamenti over-the-air promessi dalla casa.

In attesa di aggiornamenti nel merito della questione vogliamo avviarci a chiudere rimandandovi ad una notizia positiva: la Mustang Mach-E GT ha un'autonomia leggermente superiore a quella prevista. Per gli automobilisti interessati possiamo riportare un articolo apposito: ecco la nostra prova a bordo della Mustang Mach-E in pista.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2