I profitti da record di Lamborghini permettono alla casa di fare a meno di Audi

I profitti da record di Lamborghini permettono alla casa di fare a meno di Audi
di

Audi e Lamborghini hanno collaborato per anni per offrirci rispettivamente R8 e Gallardo prima, e Huracan poi, ma come sappiamo nel 2023 dovremmo dire addio alla supercar dei quattro anelli, dunque dovremo salutare anche la Huracan? A quanto pare no, perché i profitti di Lamborghini sono così alti da poter fare a meno di Audi.

I risultati di vendita da record registrati da Lamborghini con i suoi modelli - grazie soprattutto al SUV Urus - permetteranno alla casa di Sant’Agata Bolognese di poter sviluppare l’erede della Huracan in maniera indipendente, dunque senza una divisione dei costi con Audi, come avveniva fino ad oggi.

La conferma arriverebbe dalle dichiarazioni di Francesco Scardaoni, Asia-Pacific Region Director di Lamborghini, secondo il quale la prossima Huracan sarà un progetto interamente finanziato e sviluppato da Lamborghini, e tale piattaforma rimarrà di proprietà della casa del toro, almeno agli inizi, ma successivamente non è da escludere che possa arrivare su qualche altro modello del Gruppo VW.

Per la cronaca, ricordiamo che le Lamborghini Huracan non sono più ordinabili ma la produzione continuerà per un altro anno almeno, ma entro la fine del 2024 dovremmo dirle addio: la sua erede non utilizzerà più il V10 ma dovrebbe sfruttare un sistema plug-in hybrid con la parte termica che dovrebbe essere rappresentata da un motore V8 twin-turbo.