Presentata la Ferrari 812 Competizione: a sorpresa anche la versione Aperta

Presentata la Ferrari 812 Competizione: a sorpresa anche la versione Aperta
di

Lo scorso mese vi avevamo mostrato le immagini di una “Versione Speciale” della 812 Superfast, che adesso è stata presentata in forma ufficiale in diretta streaming dal circuito di Fiorano. La nuova edizione speciale, e da collezione, si chiamerà 812 Competizione, e a sorpresa sarà disponibile anche con un corpo vettura targa, la Competizione A.

All’interno del cofano anteriore della Competizione pulsa il V12 Ferrari da 6.5 litri che in quest’ultima versione raggiunge la sua forma apicale, grazie a rivisitazioni e miglioramenti che permettono di esprimere la bellezza di 830 cavalli a 9250 giri/min e una coppia di 692 Nm a 7000 giri/min. La linea rossa raggiunge però quota 9500 giri, il regime più elevato mai raggiunto da un motore stradale del cavallino rampante.

Le evoluzioni apportate al propulsore sono numerose, tra le quali il montaggio di bielle in titanio più leggere del 40%, albero motore alleggerito, riduzione degli attriti interni, distribuzione e testate riprogettate e nuova tecnologia delle valvole che attinge direttamente dal patrimonio derivato dalla Formula 1. La ricerca per la riduzione del peso ha portato anche a una rivisitazione del sistema di lubrificazione del motore, che riesce ad utilizzare un chilo d’olio in meno rispetto alla versione standard. Rispetto alla 812 Superfast, la Competizione risulta così più leggera di 38 kg, con un peso complessivo di 1487 kg ripartiti in maniera quasi perfetta, con il 51% di carico che verte sull’anteriore dell’auto.

Il connubio tra la potenza generosa e il peso ridotto dà vita a prestazioni mozzafiato: 340 km/h di velocità massima, lo scatto 0-100 km/h avviene in 2,5 secondi, mentre i 200 km/h si raggiungono in appena 7,5 secondi. Messa alla prova sulla pista di fiorano, ha segnato un tempo di 1 minuto e 20 secondi, che la rende un secondo più lenta rispetto alla SF90 da 1.000 cavalli, ma altrettanto più veloce della F12tdf che va a sostituire. I valori prestazionali e di peso della Competizione A non sono stati annunciati per il momento, ma ci aspettiamo che siano facilmente paragonabili ai numeri riportati per la versione coupé del modello.

La carrozzeria della 812 Superfast ha subito una serie di accorgimenti atti a migliorare il comparto aerodinamico della supercar, a partire dalla parte anteriore che adesso è in grado di fornire un carico maggiore del 30% grazie alla riprogettazione del fondo anteriore della vettura, possibile grazie alla modifica di alcuni elementi delle sospensioni e dei deviatori di flusso, che hanno permesso anche un abbassamento delle temperature di esercizio durante l’utilizzo gravoso del mezzo. Anche l’impianto frenante è stato aggiornato per far fronte alle prestazioni migliorate di questa versione speciale, ed è la stessa unità montata sulla Ferrari SF90.

Al posteriore invece è stato introdotto un immenso diffusore che copre tutta la larghezza dell’auto e - come in Formula 1 - sfrutta il soffiaggio dei gas di scarico che fuoriescono da nuovi terminali a forma quadrata che influiscono nella generazione di vortici aerodinamici che servono ad incrementare il carico sull’assale posteriore del 35%. Come avevamo visto durante le anticipazioni, la versione coupé monta una sorta di cofano monoscocca in alluminio al posto del lunotto posteriore, mentre sull’inedita versione targa è presente un ponte centrale che indirizza l’aria sullo spoiler posteriore.

La guida si preannuncia più che coinvolgente, grazie anche all’introduzione delle ruote posteriori sterzanti indipendenti che potranno muoversi autonomamente a destra e a sinistra sotto la stretta sorveglianza della centralina elettronica, permettendo quindi una guida molto agile negli inserimenti in curva ma anche stabile in percorrenza. I cerchi sono in carbonio con canale da 10 e 11,5 pollici rispettivamente per l’anteriore e il posteriore, calzeranno pneumatici semi-slick Michelin Cup 2R creati ad hoc per la Competizione.

Gli interni rimangono invece piuttosto simili alla Superfast, ma presentano numerosi dettagli in carbonio e alcuni elementi sono stati ridisegnati con l’obiettivo di limare ulteriormente in peso in eccesso. La vera novità dell’abitacolo è il comando del cambio già visto sulla Ferrari Roma, che simula il look "ad H" delle auto storiche del marchio, nonostante la 812 Competizione monti un sequenziale 7 rapporti a doppia frizione che risulta ancora più veloce del 5% rispetto alla Superfast originale.

Le nuove supercar di Maranello saranno prodotte in edizione limitata e sono già tutte assegnate. La 812 Competizione verrà prodotta in 999 esemplari con un prezzo di partenza di 499 mila euro, mentre la Competizione A sarà costruita in 549 esemplari a partire da 578 mila euro.

Quanto è interessante?
1
Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812Ferrari 812