INFORMAZIONI SCHEDA
di

Di sicuro una Audi RS7 standard non può assolutamente nulla contro una Lamborghini Aventador, soprattutto in una drag race. Questo però non le impedisce, se pesantemente modificata, quantomeno di provarci seriamente. Difatti l'esemplare del video in alto è tutt'altro che stock.

Il suo poderoso propulsore V8 bi-turbo da 4,0 litri è stato migliorato per consentirle di passare da 560 a ben 710 cavalli di potenza, mentre la coppia si attesta esattamente sui 1.000 Nm. L'unità lavora in accoppiata con un cambio automatico a otto rapporti e con la trazione all-wheel drive, che per le gare di accelerazione è importantissima.

Riguardo la Aventador, davanti ai vostri occhi avete il modello SV, e non c'è alcun paragone col la berlina tedesca. Sotto al cofano monta infatti un V12 aspirato da 6,5 litri erogante 750 cavalli di potenza e 690 Nm di coppia, scaricati sull'asfalto da un cambio automatico a sette rapporti tramite la trazione integrale. I numeri relativi alle prestazioni parlano di uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e di una velocità massima superiore ai 350 km/h.

Un fattore da non tralasciare è inoltre il peso, e anche in questo caso l'ago della bilancia pende a favore della supercar italiana, la quale ha una massa inferiore di circa 180 chilogrammi. In pratica, basandoci sui freddi numeri, non dovremmo avere una vera sfida sul quarto di miglio, ma è davvero così?

No, non è affatto così poiché, anche grazie a un leggero ritardo in partenza della Lambo, la prima prova è stata portata a casa dalla berlina tedesca. Successivamente sono state effettuate altre due gare, ma il conducente dell'Audi ha sbagliato nettamente in fase di cambiata rendendole vane. In ultimo la supercar si è presa la sua rivincita mettendo a segno un tempo di 10,7 secondi sul quarto di miglio. Tutto sommato ogni prova è stata davvero equilibrata, con la Audi RS7 a guadagnare un discreto vantaggio nei primi metri grazie al grip e alla coppia, ma poi i cavalli e la leggerezza della Aventador SV sul lungo sono irresistibili.

Restando in tema vogliamo mostrarvi altre due drag race interessanti. La prima riguarda la battaglia tra una Tesla Model S e un prototipo dell'imminente Lucid Air: una berlina premium che promette faville, almeno in termini numerici. La seconda invece vede l'una di fianco all'altra due Ferrari: la storica e indimenticabile F40 e la moderna e rapidissima 488 Pista Spider, per una sfida tra passato e presente.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1